I vini della Riviera protagonisti alla Douja d’or

Un Oscar Douja e tante promozioni: i vini liguri della Riviera di Ponente si sono, ancora una volta, fatti onore ad Asti per la Douja d’or, una delle manifestazioni enologiche d’Italia. l’Oscar se lo è aggiudicato l’Ormeasco superiore 2015 della tenuta Maffone di Acquetico, Pieve di Teco, che ha avuto anche la “promozione” per l’Ormeasco di Pornassio 2015. Sempre restando in provincia di Imperia hanno avuto la “promozione” il Vermentino 2016 dell’azienda Fontanacorta di Marina Berta, il Pigato 2016 e il vermentino, sempre 2016, de Il Cascin di Giovanni Massa e il Vermentino 2016 dell’azienda agricola Lombardi. La provincia di Savona si fa onore con i Viticoltori Ingauni, premiati per il loro Pigato 2016 e l’Ormeasco di Pornassio Sciac-trà dello stesso anno e con la vitivinicola Enrico Dario e il suo Pigato Superiore 2015 U’ Baletta. Non male visto che si è dovuto compete con 863 vini provenienti da tutta Italia. L’organizzazione del Concorso è stata affidata come per le passate edizioni all’Onav (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) la cui sede nazionale è ad Asti. “Il punteggio finale attribuito ad ogni campione è il risultato della media delle valutazioni dei componenti la commissione escludendo la votazione più alta e quella più bassa – spiega il Direttore dell’Onav Michele Alessandria che aggiunge: “Da quest’anno è stato anche inserito un tetto massimo per i vini premiati pari al 35%. Tale tetto non è stato raggiunto anche se ci si è avvicinati molto a tale percentuale, tenuto conto che il 2017 è stata un’ottima annata come confermato  dall’attribuzione di molti più Oscar rispetto allo scorso anno”. vini selezionati prenderanno parte al Salone Nazionale che si terrà dall’8 al 17 settembre, durante la manifestazione Douja d’Or, a Palazzo Ottolenghi ad Asti.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...