free web stats

Il Circolo fotografico San Giorgio si interroga sull’Intelligenza Artificiale con esperti e gruppi di studio

La fotografia nel nostro paese, casa di grandi maestri dell’immagine, stenta ad affermarsi pienamente come aspetto importante della vita culturale, vivendo una situazione paradossale. L’arte per eccellenza della modernità, ormai praticata da tutti e amatissima dalle giovani generazioni, è considerata ancora una sorta di ancella di arti maggiori e una specie di “servetta” degli eventi di natura culturale. È difficile trovare gente che si renda conto appieno del suo valore, della potenza di una immagine. Anche se si moltiplicano iniziative di livello nelle grandi città. Eppure ha un impatto sempre più tremendo e “invasivo” sulla vita della gente a tutti i livelli, da quelli sociali (politica, strategie militari, economiche, ecc.); a quelli personali e di varia natura (psicologica, mentale, visiva, relazionale, emotiva, ecc.).

Per questi motivi, l’Associazione Culturale Circolo Fotografico San Giorgio, Benemerito della Fotografia Italiana e rappresentante locale della Federazione Internazionale, dopo la presentazione di importanti libri a carattere nazionale, per il suo quindicesimo di fondazione si regala ed è orgogliosa di offrire un Simposio ad alto livello e di taglio divulgativo sulla questione urgente dei sistemi di automazione del calcolo sempre più potenti e invasivi, detti A.I. Intelligenze artificiali. 

Per il presidente dell’Associazione prof. Tavaroli, Animatore della Cultura Fotografica e Tutor per il dipartimento Cultura della FIAF, è assolutamente importante che tutti i cittadini tentino di capirci qualcosa subito, per non fare gli errori del passato con i pc e la svolta digitale, tra esitazioni, rifiuti a priori, fraintendimenti, salvo poi farsene travolgere in modo acritico. Queste nuove tecnologie che sono già penetrate da anni nelle nostre esistenze, stanno subendo e vivranno una accelerazione senza precedenti. Non sono sufficienti gli allarmi, inutili le resistenze o restrizioni imposte dall’alto se per cittadini ignari: occorre capire la sfida e comprenderne i rischi e le nuove opportunità, immaginare insieme come potrebbe cambiare in meglio la nostra vita e cercare di afferrarne le opportunità. Ecco il simposio ad alto livello, ma di taglio divulgativo e assolutamente gratuito.

Eminenti i relatori a disposizione del dibattito. A cominciare da Matteo Santoro, Amministratore Unico della Camelot di Genova, Azienda specializzata che ha una vasta esperienza di lavoro accanto alle Pubbliche Amministrazioni, per finire con lo specialista di sicurezza dei sistemi digitali e intelligence industriale, Giuliano Tavaroli. Se il responsabile della commissione ONU per le A.I. è padre Benanti, francescano, se il papa si recherà al G7 per dire la sua in merito, se a Torino si svolge un Convegno sul tema “Teologia e A.I.”, ecco ad Albenga il prof. Don Corini, insigne biblista e docente di Teologia che dialogherà con lo scrittore, storico e giornalista Giorgio Boatti, coordinatore del Simposio. Per docenti e allievi saranno presenti professori e dottori ricercatori del laboratorio RICE dell’Università di Genova.

Il Simposio avrà luogo presso l’Auditorium San Carlo del Palazzo Oddo, casa della Cultura di Albenga, in via Roma 70, da domenica 12 maggio, ore 18, per ulteriori tre serate alle 21.00, fino a mercoledì 15, quando il presidente mondiale della FIAP “The International Federation of Photographic Art” concluderà affrontando il tema “A.I e Fotografia.”, non meno importante e decisivo per le sorti della informazione e della nostra libertà. 

Negli ultimi tempi, il socio del Circolo Stefano Pezzini, giornalista e gastrosofo, insieme a Claudio Pasquarelli, patron del ristorante stellato (per oltre trent’anni) Da Claudio, a Bergeggi, ha dato alle stampe ed ha cominciato a presentare: “Sull’onda del gusto ligure. Storie di Cucine”, di recente ospitato a Striscia la notizia. 

Il Circolo di Albenga con sede a Peagna di Ceriale, grazie alla fraterna collaborazione con l’Associazione “Amici di Peagna”, avrà anche quest’anno una giornata dedicata alla fotografia in Liguria nelle kermesse del libro di Liguria che si terrà l’ultima settimana di agosto nel suggestivo Borgo della Cultura ligure e della fotografia, unica frazione del Comune di Ceriale. 

c.s.

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...