Il pesce in tavola alla Tavernetta di Finale Ligure

Stefano e Martino Beltrame sono omoni che, a guardarli, mettono un po’ di soggezione ma, basta conoscerli, e diventano subito simpatico per come raccontano i loro piatti. Sì, perchè Martino è lo chef della Tavernetta di Finale Ligure, mentre Stefano, anche lui chef, è in sala, ed è presidente dell’associazione dei Cuochi savonesi. Un locale giustamente elogiato per la sua cucina di pesce. Fa parte dei Ristoranti della Tavolozza.

 

“Pesce che comperiamo per lo più ai mercati di Imperia e Savona”, racconta Stefano. Ambiente tendente al rustico, piatti che mescolano tradizione e innovazione, sempre all’insegna della stagionalità e della territorialità. Aperta alle fine degli Anni ’80 la Tavernetta è andata sempre in crescendo. I piatti spaziano da un trionfale piatto di crudo di pesce alle trenette al pesto, dagli spaghetti allo scoglio (il nome fa pensare alla cucina turistica, ma in questo caso non è così) ad un fritto misto di rara leggerezza. Nel menù (da non tralasciare i dolci) sono inserite anche le calorie del singolo piatto. Limitata ma di qualità la cantina, con grande spazio ai vini liguri (con la possibilità, per i commensali, di poter visitare le cantine dei produttori, un modo per sviluppare il turismo enologico). Prezzo medio sui 35 euro, bevande escluse.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...