La cucina ligure in festa a Varazze con il quinto Cundigiun

Sabato 11 e domenica 12 maggio torna a Varazze “Il Cundigiun”, 5^ Edizione della kermesse eno-gastronomica strutturata come un vero e proprio itinerario del gusto tra le vie e piazze cittadine, svelando il meglio dello street -food e dei piatti tipici liguri.

Quest’anno il tema sarà il mondo dei cartoons ed avrà una madrina d’eccezione in Cristina D’Avena che si esibirà in uncoinvolgente Concerto gratuito alle ore 17.00 di sabato 11 sul Molo Marinai d’Italia. Gli stand saranno aperti a partire dalle ore 12.00 del sabato e saranno sparsi per le vie e le piazze del centro varazzino:

in Piazza De André si potranno trovare le “trofie al pesto” ed il“baccala in pastella con le patate” preparati dalla localesezione della Protezione Civile ed anche le “crostate” dell’Associazione “Vaze Free Time”.

in Piazza Vittorio Veneto i “polipetti in guazzetto” sarannocucinati secondo un’antica ricetta varazzina dai soci dellaPolisportiva S. Nazario che prepareranno anche i fragranti“bomboloni”.

in Via Coda le sapienti mani dei cuochi del Gruppo Animazione Varazze cucineranno il tradizionale “minestrone” con le verdure del locale entroterra.

  • –  in Piazza s. Ambrogio si troveranno i “Mandilli de Väze”(fazzoletti di Varazze), un particolare tipo di pasta che si caratterizza per la forma quadrata, con un lato di 6 centimetri, ma soprattutto per lo stemma della Città di Varazze impresso sulla superficie; hanno ottenuto la Denominazione Comunale, ossia la carta di identità del prodotto che, in questo modo, è indissolubilmente legato al suo luogo di origine, i Mandilli de Väze sono il frutto di mesi di ricerca sulle materie prime, in particolare sulle farine, per arrivare a ottenere un prodotto dietetico, completamente vegetariano, vegano e cruelty free.Sulla confezione compare anche il logo “Gustosi per natura”, attestato rilasciato dall’Ente Parco del Beigua, a sua voltariconosciuto come UNESCO Global Geopark.
  • –  in Piazza Beato Jacopo si potranno trovare la tipica “frittura di totani” e le “focaccette” preparati e fritti sapientemente dal gruppo della Frazione Pero.
  • –  in Piazza Patrone i famosi “ravioli dell’Alpicella”, che a detta diogni varazzino sono i “ravioli più buoni”, il cui interno ècomposto da un mix di boraggine o erbette, carne, uova e formaggio, che vengono cucinati direttamente dai cuochi della Frazione Alpicella.
  • –  in Via Malocello il Gruppo Scout di Varazze preparerà la“panissa”, un piatto della tradizione e cibo da passeggio ligure per eccellenza, ottimo come spuntino da aperitivo, che è ritornato di gran moda nei forni della farinata, tra savonese e genovese.
  • –  in Viale Nazioni Unite un altro appuntamento con lo street food e con la “carne alla Ligure”, piatto ideato, preparato e cucinatodagli animatori dell’Oratorio Salesiano.
  • –  in Piazza Dante sarà possibile degustare “pesce in carpione”, “pasta fredda”, “macedonia” e “wafflel” sapientemente cucinati dagli esercenti della Piazza.
  • –  in Piazza San Bartolomeo le “focaccette”, uno tra i “cibi da strada” più amati di cui si potrà vedere la produzione “in diretta”: una vera e propria catena di produzione che prevede chi si occupa della stesura dell’impasto e chi è addetto alla frittura,che deve essere rapidissima. Una volta cotte le focaccette sono

riposte nei sacchetti per poi poter essere distribuite dagli incaricati della Confraternita di S. Bartolomeo

in Piazza Bovani sarà dedicato uno spazio anche ai frutti di mare, con i “muscoli alla Casanovina” a cura del gruppo della Frazione Casanova per poi passare alla degustazione dei“canestrelli” preparati e confezionati dai soci dell’AssociazioneS. Donato.

  • –  in Piazzetta S. Bernardo sarà preparato dai soci del Gruppo BIT uno dei piatti più semplici, salutari e gustosi di Liguria ma purtroppo meno riprodotti dagli chef; si tratta del “cundigiun”sfizioso amalgama di verdure, tonno o acciughe e anche uova, che tanti liguri gustano durante l’estate.
  • –  in Piazza Buccelli (Piazza delle Barche) sarà possibile assaporare i “gubelletti” fragrante pasta frolla che racchiude un cuore di confettura di albicocca, i “muffin” e tante altre dolcezze sfornate dall’Associazione Culturale DSI. Sarà presente anche un’esposizione di Erbe Officinali.
Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...