La piccola tartaruga Emys diventa marchio del Turismo Slow ad Albenga

Una tartaruga, non una qualsiasi, ma la Emys, piccola testuggine endemica di Albenga e salvata all’ultimo minuto dall’estinzione, sta diventando il simbolo del turismo di Albenga, un “Turismo Slow”, visto che il 2019 è stato dichiarato Anno del turismo lento, in contrapposizione al turismo “mordi e fuggi” del fine settimana. L’Anno del turismo lento di Albenga vedrà il suo lancio ufficiale il 30 marzo, con un convegno dove si parlerà del futuro turistico di Albenga (slow e sostenibile, ovviamente) e del marchio che accompagnerà eventi e manifestazioni, non solo durante l’anno, ma per molto tempo.

“Al di là di chi governerà la città nei prossimi anni, credo che il nuovo marchio possa servire a caratterizzare pacchetti turistici con al centro offerte culturali, paesaggistiche, outdoor ed enogastronomiche”, commenta l’assessore al Turismo Alberto Passino.

A spiegare il marchio, presentato la scorsa estate, ma solo oggi in funzione, è Loris Bottello, il grafico-designer che ha vinto il concorso di idee bandito dal Comune: “Sulla forma principale sono stato aiutato dall’Isola Gallinara, sono bastati due colpi di pennello per far assomigliare la Emys al nostro isolotto. Però volevo anche richiamare a prima vista il nostro splendido centro storico, rappresentato dalle torri medievali. Sistemare le torri nel carapace è stato un azzardo che, graficamente, ha avuto successo. Il blu del mare e il verde della Piana e della collina sono stati i colori obbligati”, racconta.

Il convegno del 30 marzo vedrà la partecipazione di esperti di Slow Food, giornalisti specializzati in viaggi e turismo, enogastronomi, operatori del settore. Il programma, ancora in via di definizione, sarà divulgato tra qualche giorno.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...