La Riviera invasa da jeep, carri armati e Spitfire, ma per fortuna non è guerra…

No, non è la guarra. Chi, da oggi, vedrà transitare sulle strade della Riviera Jeep e carri armati può restare tranquillo, non siamo invasi ne, tantomeno, abbiano dichiarato guerra all’Europa (per il momento…). Sono solo gli appassionati collezionisti di mezzi militari che si ritrovano, dal 5 al 7 ottobre, all’Ippodromo di Villanova d’Albenga per l’Asi Milishow, un raduno organizzato dall’Asi (l’associazione dei proprietari di auto, moto, mezzi storici) per i collezionisti di mezzi militari.

 

“Questi mezzi sono importanti perchè depositari di grandi innovazioni tecniche e di memorie storiche che, seppur drammatiche, sono degne di essere preservate e trasmesse ai posteri, a ricordo di un passato che, ci auguriamo, non si ripeterà più. Asi Milshow porterà sulle nostre strade e piazze mezzi rari e interessanti che, normalmente, è possibile ammirare solo nei documentari o nei film bellici”, spiegano all’Asi. Al raduno partecipano decine di appassionati e soci Asi provenienti da tutta l’Italia. L’arrivo è previsto per il primo pomeriggio di venerdì 5 ottobre a Villanova.  Dopo gli accreditamenti, i radunisti faranno visita al Centro della località ponentina. Sabato mattina trasferimento in aeroporto per una esibizione dei velivoli storici Asi. Quindi partenza per Testico. Nel pomeriggio trasferimento alla Madonna della Guardia con successiva visita alla chiesa. Quindi rientro all’ippodromo di Villanova.

Per domenica il programma prevede la visita ad Alassio dove sono attesi, provenienti dalla Strada Panoramica della Puerta del Sol verso le dieci del mattino. Per loro una vera e propria sfilata da viale Gib fino a Piazza Partigiani per poi immettersi sulla via Dante. Una breve sosta davanti al Muretto poi giù verso la spiaggia su Passeggiata Grollero.

Contemporaneamente dalla vicina base di Villanova decolleranno per un rapido show davanti al litorale alassino una decina di velivoli della seconda guerra mondiale. I mezzi di terra poi risaliranno da Via Torino e attraverso via Dante e Via Diaz risaliranno la panoramica per ritornare all’Ippodromo di Villanova

 

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...