Laigueglia, un successo la presentazione del “soft thriller” Rosso Mediterraneo

Serata d’eccellenza mercoledì 25 al ristorante  “Il Vascello Fantasma” di Laigueglia per la presentazione del libro “Rosso Mediterraneo” scritto da Leonardo Prascina.  Lo stesso autore ha voluto definire l’inizio di una saga di romanzi  “soft thriller”non privi di suspense e colpi di scena e con vicende assolutamente contemporanee ambientato nel Mediterraneo alla foce del Fiume Rodano. Romanzo Thriller soft mistery ecologico nel quale i protagonisti devono scoprire una calamità biologica o ambientale che potrebbe avere causato una mutazione genetica o creato una nuova specie aggressiva di un essere sconosciuto che si suppone sia la causa di  tragici eventi in un ambiente di biodiversità marina.

La ricerca scientifica e la componente ambientale è il tema centrale dell’intera storia. Una intuizione dell’autore deI libro è, a livello internazionale, la nuova proposta editoriale che aggiunge, al testo,  contenuti multimediali di video visionabili, sul canale  YouTube direttamente con il proprio smartphone,  grazie all’inserimento di codici Qr, ottenendo così il primo libro stampato multimediale. Leonardo Prascina ha voluto ringraziare la sua collaboratrice e compagna Carmen Vigliano che lo ha spinto a scrivere un romanzo di 440 pagine, non lontano da opere letterarie di valore internazionale. Presenti alla serata personaggi di spicco dell’entourage artistico ligure, un particolare riconoscimento alla carriera è stato conferito al Maestro di Musica, arrangiatore e pianista Reddy Bobbio già direttore dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo. Hanno inoltre condiviso l’evento conviviale   gli artisti Franco Ravera di Alassio pittore e scultore,   Vincenzo Vinotti di Finalborgo fine ceramista. In una pausa della cena Leonardo Prascina ha letto alcuni brani del libro e il chitarrista Mauro Vero si è esibito in virtuosismi alla chitarra acustica di notevole effetto. Ai partecipanti  alla cena lo Chef del Vascello Fantasma, Stefano Rota, ha proposto un menù d’autore “a mano libera” ed a base di pesce giudicato da tutti, per acclamazione, agli altissimi livelli di una raffinata e ricercata cucina sia per la preparazione che per la presentazione di piatti di prodotto freschissimo. Durante la  serata si è anche avuta l’occasione di festeggiare il compleanno, over novanta, del Gran Patron e promotore della riapertura dello storico Ristorante  Angelo Marchiano, che ha affidato la conduzione del prestigioso ristorante al nipote Matteo Zanoni, giovane imprenditore che non tradirà certamente le indicazioni del nonno, continuando a valorizzare  l’eccellenza della nostra terra di Liguria. “Rosso Mediterraneo” sarà presto nelle librerie.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...