L’Alberghiero di Arma di Taggia vince ad Alassio il Trofeo Ventimiglia

Claudio Ventimiglia, il preside Claudio Ventimiglia, è stato un mio buon conoscente, non oso definirlo amico. Un signore educato, un ligure vero, riservato, a volte burbero, capace di affetto con il Lei, come all’epoca (Anni ‘80 e ‘90), usava anche tra pari. Ricordo le sigarette fumate assieme fuori dell’Alberghiero che guidava con grande umanità e professionalità, le pacate discussioni su vini e distillati, la stessa ironia su chi voleva “farla fuori dal vaso”, magari senza sapere di cosa parlava (siamo sempre in campo enogastronomico). Per questo mi ha fatto piacere, mercoledì sera, partecipare alla serata di gala per il premio tra Istituti alberghieri a lui (lo scrivessi maiuscolo stanotte verrebbe a tirarmi i piedi…) dedicato. Sotto viene pubblicato il comunicato stampa ufficiale, ma ritengo che la cucina del “suo” alberghiero abbia veramente dato il massimo, a tanti anni dalla sua scomparsa ne sarebbe fiero. Complimenti alla preside Simonetta Barile ed alla vice Antonella Annito per il lavoro svolto.

 

Pioggia di premi al concorso degli alberghieri, con la scuola imperiese diretta da Giuseppe Monticone ad aggiudicarsi il primo premio grazie alla performance alla lampada di Rosati Matilde. L’Ipssar Migliorini di Finale Ligure vince la gara di Bar con Giorgia Pisano e di Sommellerie con Giorgia Pisano. Premio speciale “Ricetta originale” ad Andrea De Nardi del Lycee “Camus” –Frèjus; Premio Amira a Valentina Aliffi dell’Ipssar “Federico II di Svevia” di Siracusa.

Alassio (SV). La tredicesima edizione del trofeo Ventimiglia si è chiusa con la tradizionale cena di gala dove tanti ospiti illustri hanno celebrato i talenti dell’hotetterie Matilde Rosati, Martina Tripodi, Luca Lessi, Giorgia Pisano, Cristina Mangiameli, Valentina Aliffi, Andrea De Nardi e Carla Mamone: sua eccellenza il prefetto di Savona Antonio Cananà, il sindaco della Città di Alassio Marco Melgrati, il Maggiore dei Carabinieri Massimo Ferrari, il vice questore Gilda Pirrè, il comandante della Polizia municipale Francesco Parrella, l’assessore alle politiche scolastiche Fabio Macheda, l’assessore al turismo di Sanremo ed ex alunno Marco Sarlo, il presidente Vecchia Alassio Andrea Elena e il presidente dell’Associazione Albergatori Aurelio Macheda.

Una serata ricca di emozioni, vissuta da tutti i protagonisti, dai dirigenti scolastici e dai docenti accompagnatori in attesa del verdetto finale che per ogni edizione ha visto un sostanziale equilibrio tra i partecipanti.

I concorrenti, per l’edizione 2019 del “Ventimiglia”, dovevano dimostrare abilità, conoscenze e competenze nel campo dell’enologia, della culinaria, della comunicazione interpersonale oltre naturalmente alle tecniche di gestione delle risorse umane, di degustazione e di pianificazione di attività dei servizi di ristorazione, alla giuria composta da: Guaracino Antonio vice presidente AMIRA, Massimo Lora Moretto fiduciario AMIRA , Gian Franco Tavanti Gran Maestro della Ristorazione, Simonetta Barile dirigente scolastico del “Giancardi”, Fausto Carrara Associazione Italiana Sommelier.

Competenze messe alla prova con Il test di enologia su supporto   informatico in lingua inglese, con la performance alla lampada e la gara di cocktail professionale che ha visto la presenza, al fianco degli alunni, dei dirigenti scolastici Jacques Bacquet, Giuseppe Monticone, Giuseppina Rizzo e Angela Cascio.

“Il concorso, inserito tra le azioni strategiche del Piano Triennale dell’Offerta Formativa, tra le iniziative a sostegno dell’innovazione didattica e della motivazione al successo formativo, rappresenta – come sottolinea la dirigente scolastica Simonetta Barile – una occasione formativa straordinaria per studenti e docenti che, grazie a questa competizione, hanno l’opportunità di confrontarsi con le nuove tecnologie e le tendenze del food and beverage con il supporto degli esperti delle associazioni dell’hotellerie che sostengono l’organizzazione della manifestazione”.

Il Trofeo, dedicato agli Istituti Alberghieri, è nato nel 2003 per ricordare la figura del preside Claudio Ventimiglia, alla guida della scuola alassina per oltre un ventennio ed è realizzato con il patrocinio del Comune di Alassio, di A.M.I.R.A., di A.I.S., di A.I.B.E.S ed è realizzato grazie al contributo di NORDICONAD, dell’Associazione Albergatori Alassio, dell’azienda metallurgica Motta, dell’associazione culturale enogastronomica “Mangiare bene e non solo” e dell’azienda Puly Caff. Il concorso è coordinato da Antonella Annitto, vicepreside del “Giancardi”, dai docenti Paolo Madonia, Stefania Trifilio, Michela Calandruccio, Sara Ceccatelli, Stefania Violino, Katiuscia Giuria, Rita Baio, Massimo Rovere, Nando De Angelis, Roberto De Palo, Nello Simoncini, Giovanni Marello, Monica Barbera, Franco Laureri e dai tecnici Cristina Marcenaro, Italo Bellino, Mariangela Lamarra, Franco Biscotti, Luigi Natale e Aurelio Pepe.

VINCITORE ASSOLUTO XIII   TROFEO VENTIMIGLIA

“IPSSAR RUFFINI – AICARDI” – ARMA DI TAGGIA

GARA DI SOMMELLERIE

FINALE-PISANO GIORGIA            CON PUNTI     380

2°     ARMA – TRIPODI MARTINA             CON PUNTI 377       

FREJUS-DE NARDI ANDREA            CON PUNTI     327

4°   SIRACUSA-ALIFFI VALENTINA      CON PUNTI     296

GARA DI FLAMBAGE

1°   ARMA-ROSATI MATILDE            CON PUNTI     472

2°   SIRACUSA- MANGIAMELI CRISTINA CON PUNTI   469

3°   FREJUS-MAMONE CARLA       CON PUNTI     451

4°   FINALE-LESSI LUCA                 CON PUNTI    438

GARA DI BAR –

1°   FINALE-PISANO GIORGIA                 CON PUNTI     340  

2°   ARMA-TRIPODI MARTINA           CON PUNTI     336  

3°   SIRACUSA-ALIFFI VALENTINA       CON PUNTI     316   PREMIO AMIRA

4°   FREJUS-DE NARDI ANDREA            CON PUNTI 275   PREMIO RICETTA ORIG

 

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...