Le Donne del Vino parlano ligure

Donatella Cinelli Colombini è stata confermata presidente nazionale delle Donne del Vino. Rieletta a Milano  dal nuovo rinnovato Consiglio Direttivo e guiderà per altri tre anni l’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, dal 2019 al 2022. Donatella Cinelli Colombini sarà affiancata da tre vice presidenti: Antonella Cantarutti (produttrice, Friuli Venezia Giulia); Daniela Mastroberardino (produttrice, Campania) e Paola Longo (enotecaria, Lombardia). A completare la squadra le consigliere: Pia Donata Berlucchi (produttrice, Lombardia); Sabrina Soloperto (produttrice, Puglia); Gilda Guida Martusciello (produttrice, Campania); Marilisa Allegrini  (produttrice, Veneto); Lorella Di Porzio (ristoratrice, Campania); Cinzia Mattioli (ristoratrice, Liguria); Cristiana Cirielli (pr e comunicatrice, Friuli Venezia Giulia); Marina Ramasso (ristoratrice, Piemonte). L’associazione parla anche ligure, nel Consiglio Direttivo è stata eletta anche CInzia Mattioli del Ristorante Doc di Borgio Verezzi.

 

Cinzia  è una Socia  fondatrice e non è nuova a questi incarichi  avendo già ricoperto per diversi anni il ruolo sia di Consigliera Nazionale  che quello Delegata Regionale. Per questo triennio il ruolo di referente regionale per la Liguria è di competenza di Pervinca Tiranini, ristorante Mare Hotel A Spurcacciun’a di Savona, mentre quello di Vice Delegata va a Fiammetta Malagoli, avvocato in Genova con competenze sul disciplinare vitivinicoltura. Per la prima volta le Donne del Vino hanno rinnovato il loro Consiglio direttivo e Collegio dei Probiviri  votando on line. Le votazioni on line hanno permesso a tutte le Socie d’italia, oggi 800 associate, di esprimersi con le loro preferenze. Le Donne del Vino è un’associazione senza scopi di lucro che intende promuovere la cultura del vino e il ruolo delle donne nella filiera produttiva del vino.

“A livello nazionale il prossimo triennio sarà dedicato soprattutto alla formazione e all’internalizzazione. Come ha detto la presidente nazionale ci saranno iniziative dedicate in particolare alle under 30, ma anche la prosecuzione del lavoro di valorizzazione dei vini e gli abbinamenti con i piatti”, commenta Cinzia Mattioli. Per la Liguria proseguiranno le cene dove le regioni italiane si cambiano piatti e vini, ma anche dove piatti italiani incontrano vini stranieri. Come sempre le Donne del Vino parteciperanno a moltissime manifestazioni dedicati al mondo del vino, sia in Italia che all’estero.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...