L’Olio Dop della Riviera Ligure cerca spazio nella ristorazione di alta qualità

Il Consorzio di Tutela dell’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure ha compiuto un recente percorso volto ad una sempre più stringente relazione con il mondo Ho.Re.Ca, ovvero il mondo della ristorazione di elevato profilo.

Il percorso si riannoda lunedì 28 maggio, quando il Palazzo delle Stelline a Milano, già teatro di OlioOfficina Festival, ospiterà il primo Forum dedicato all’incontro tra olio d’oliva e ristorazione. Si tratta di un tema di notevole rilievo, considerando l’olio di oliva come uno degli elementi fondanti della cultura mediterranea, apprezzato peraltro nel mondo e pilastro della cucina quale ingrediente e condimento. La giornata vedrà la partecipazione dei rappresentanti delle varie organizzazioni di chef e ristoratori, nonché di altri relatori che racconteranno l’olio, spiegandone le strategie per proporlo senza che lo si percepisca come un costo ma come un valore aggiunto. Ne dovrebbe conseguire un arricchimento di tutti i partecipanti, soprattutto in relazione alle tematiche di impiego dei migliori oli per le migliori preparazioni. Non mancheranno temi di attualità, come il rapporto tra qualità e prezzo, il dibattito sulla frittura ovvero sulla cottura ad alta temperatura, alla creazione di una carta degli oli, fino ai dettagli legati alla corretta conservazione. Il Consorzio di Tutela dell’Olio Extravergine di Oliva Dop Riviera Ligure parteciperà con un proprio punto informativo e con la relazione del direttore Giorgio Lazzaretti alle 13 sul tema “Nessuno trascuri le scuole alberghiere” insieme al Presidente del Consorzio di Tutela dell’olio Garda Dop Laura Turri in cui verranno presentate le esperienze dei due Consorzi di tutela nei confronti dei ristoratori e degli allievi degli istituti alberghieri

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...