L’Olio Dop della Riviera Ligure in mostra a Golosaria

Golosaria è la rassegna del sistema qualitativo italiano, giunta alla 13aedizione, uno specchio delle nuove tendenze. Alla kermesse milanese organizzata dalla struttura messa in piedi da Paolo Massobrio è presenta anche l’Oleoteca Regionale della Liguria.

Nello stand dell’Azienda Speciale “PromoRiviere di Liguria” della Camera di Commercio Imperia La Spezia Savona l’Oleoteca sarà protagonista della rassegna che ospita oltre duecento produttori, un centinaio di cantine e un’ottantina di eventi enogastronomici e che quest’anno ruota attorno a un tema estremamente significativo “Il Buono che fa bene” oggetto del talk show di apertura e filo conduttore dell’intera manifestazione. Nell’ampio stand gestito dall’Azienda Speciale “PromoRiviere” di Liguria e dall’Oleoteca Regionale spazio anche alla promozione di Olioliva 2018rassegna dedicata all’olio appena franto e ai prodotti tipici della Liguria in una tre giorni ricca di eventi, animazione, degustazioni mostre e visite guidate in programma a Imperia dal 9 all’11 novembre.

L’olio extravergine e le eccellenze del nostro territorio saranno al centro degli stand di un pool di aziende liguri Soci dell’Oleoteca.:

Azienda Agricola Il Bey di Giuseppe Privitera (Imperia);

Olio Sommariva di Agostino Sommariva (Albenga); A

Azienda Agricola Cagliero di Andrea Cagliero (Cesio);

Azienda Agricola Dino Abbo di Danila Abbo (Lucinasco).

Domenica 28 ottobre “Promoriviere di Liguria e Oleoteca proporranno lo Show Cooking della chef Enrico Calvi del ristorante Cacciatori di Imperia. L’esibizione di Calvi sarà l’occasione per far conoscere e valorizzare agli ospiti e ai visitatori di Golosaria i piatti della cucina mediterranea preparati con l’extravergine di qualità.  “Golosaria – osserva il presidente dell’Azienda Speciale “Promoriviere” di Liguria Enrico Lupi – rappresenta un’ottima opportunità per presentare prodotti tipici di qualità e ampliare gli orizzonti commerciali delle imprese dell’Oleoteca e dell’intera catena olivicola.”

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...