Maniaci d’Amore in “Biografia della peste” alla Kronostagione di Albenga

Prosegue il focus sulla compagnia “Maniaci d’Amore” della Kronostagione, sostenuta dal MiBACT, dalla Compagnia di San Paolo (Mmaggior sostenitore) nell’ambito dell’edizione del 2018 del bando “Performing Arts”, dal Comune di Albenga e da numerosi sponsor privati. Infatti, dopo il successo de “Il nostro amore schifo” e il record di partecipazioni al laboratorio di scrittura gratuito che si è svolto questa settimana presso la sede di Kronoteatro, sabato 16 febbraio, allo Spazio Bruno – Via Dante Alighieri, 1 – andrà in scena “Biografia della peste”, premio di drammaturgia “Il centro del discorso” 2011. Al termine dello spettacolo si cenerà tutti insieme al dopoteatro, compreso nel prezzo del biglietto.

 

I Maniaci d’Amore sono, ad oggi, una delle più interessanti realtà del teatro contemporaneo italiano, formatosi nel 2009 grazie al connubio artistico tra Luciana Maniaci e Francesco d’Amore, attori, formatori e drammaturghi.

Biografia della peste, scritto e interpretato da Luciana Maniaci e Francesco d’Amore, è uno spettacolo psicotico e magico, una riflessione sull’individuo e sulla comunità, sulla parzialità dell’esistenza, sulla necessità di chiamare ogni cosa col proprio nome, sul coraggio e la follia.

In un luogo spento, dominato dalla lamentela e dalla ristagnazione, un giorno un ragazzo viene investito da un’auto e muore sul colpo. Sarà questa la sua unica occasione per lasciare finalmente il paese. Prima di trapassare Crisostomo torna a casa per informare la madre di essere morto e di dover raggiungere l’aldilà ma lei è perentoria: “È impossibile! Noi, a casa nostra, morti non ne abbiamo avuti mai! Ti sembriamo una famiglia di morti?”. Nel villaggio infatti tutti sono privi di vita eppure dichiararsi morto è una vergogna. Chiunque si macchi di questa colpa tenta di insabbiare la cosa, di far finta di nulla. Al ragazzo tutto questo non importa, vorrebbe attraversare il varco e andare oltre ma la madre glielo impedisce. Intanto lo scandalo si diffonde nel paese in cui morire non è concesso. Chi ha messo in giro la voce che il figlio è morto?

Apologo sulla vita e sulla morte o esplicitazione di una scioccante, e “radicale”, pulsione alla fuga, Biografia della peste è soprattutto uno spettacolo sulla voglia di cambiare, sempre e comunque. La voglia di immaginare un futuro migliore, ovunque sia.

Info, prenotazioni, vendita biglietti:

Kronoteatro – Ex Biblioteca Civica, Via E. D’Aste, 6 Albenga

0182630369 / 380_3895473

info@kronoteatro.it

www.kronostagione.it.

Biglietteria aperta  sabato dalle  16 alle 19 Apertura botteghino Spazio Bruno ore 20.30. Posto unico € 15 / Studenti under 26 € 12  

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...