Massimo Viglietti e Piero Bregliano protagonisti di una cena a 8 mani al Granchio Blu di Ospedaletti

Purtroppo per gli esclusi, fortunatamente per gli organizzatori, la serata è già tutta esaurita, ma certo si tratta di un evento di gusto che fa risplendere Il Granchio Blu di Ospedaletti domenica 23 giugno. Protagonista Massimo Viglietti, alassino, che dopo aver lasciato lo storico ristorante di famiglia ad Alassio, il Palma, ha portato la sua stella Michelin a Roma, all’Enoteca Achilli al Parlamento.

Massimo, però, ama da sempre il lavoro di squadra, il confronto (splendida, ad esempio, una serata lo scorso anno con Roberto Rollino, patron e chef de La Famme di San Bartolomeo al Mare) con i colleghi, e appena può si cimenta in interessanti contaminazioni. Quella di Ospedaletti lo vede addirittura, assieme a Piero Bregliano del Come a Casa, sempre di Ospedaletti, Licia, anche lei del Come a Casa e Paolo, del Granchio Blu, di una cena a 8 mani.  

Il menù è all’insegna della contaminazione di profumi e gusti fra Ponente ligure e Provenza. Si comincia con Il coniglio e la lavanda per seguire con il condiglione di baccalà, la spirale di bouillabaisse (nella foto il “numero zero”, in attesa della guarnizione di Piero Bregliano), gamberimidollospinacinopere, e torta tropezienne.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...