Matteo Galeotti

Questa settimana Paolo Tavaroli, presidente e anima del Circolo fotografico San Giorgio, ci propone ancora una bella e suggestiva  fotografia di un talentuoso socio.

“Matteo Galeotti è quello che si può definire un fotografo consapevole:  deliberatamente collocato con la sua produzione in quella corrente di paesaggisti che si rifanno alle idee del grande reggiano; impegnati nel continuare la missione Ghirriana di affrancarsi dal peso soffocante della tradizione pittorica ottocentesca Italiana e dalla foto cartolina (che ad es. vediamo rivivere in grande spolvero tra gli Igers che impazzano su Instagram). Pur dichiaratamente “schierato”, il fotografo del San Giorgio ha il merito di inserire nella sua ricerca una poetica tutta “ligure”  e un dinamismo dell’immagine tutto personale, avendo egli compreso come il principale “dono” della eredità di Luigi Ghirri sia un modo originale di rapportarsi col mondo, tanto più valido nel guardare al mondo di oggi, quanto personalizzato dal fotografo. 

Composizione perfetta, colori equilibrati e realistici, esposizione riuscita e armonia dell’immagine,  completano lo scatto scelto per illustrare quanto sopra detto”.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...