Monopolista, stasera nuovo appuntamento a teatro con la Kronostagione di Albenga

Questa sera, 19 gennaio, nuovo appuntamento della Kronostagione, sostenuta dal MiBACT, dalla Compagnia di San Paolo (Maggior sostenitore) nell’ambito dell’edizione del 2018 del bando “Performing Arts”, dal Comune di Albenga e da numerosi sponsor privati: allo Spazio Bruno, alle 21, andrà infatti in scena Monopolista di Quotidiana.com. Al termine dello spettacolo si cenerà tutti insieme al dopoteatro, compreso nel prezzo del biglietto.

 

Grazie ad una fitta collaborazione tra Kronoteatro e Quotidiana.com,  la compagnia emiliana, fondata nel 2003 da Roberto Scappin e Paola Vannoni, è ormai un punto di riferimento per il pubblico ingauno, che ha saputo apprezzare la straordinaria e pungente ironia che caratterizza la coppia.  Monopolista, una co-produzione Quotidiana.com / Kronoteatro, parte dal confronto con il concetto di dominio, prevaricazione, sfruttamento, termini che puntellano il percorso sempre più degradante dell’umano. Prefiggersi traguardi di monopolio su persone e cose. Il Monopoli è, allora, una scuola di vita, che incarna alla perfezione i paradigmi del nostro tempo: sfida, spietatezza, sopraffazione. Lo scopo è restare l’ultimo giocatore, mandando a rotoli gli altri. Uno strumento didattico di sapiente vitalità, un gioco che sa tramutarsi in esperto consulente dei processi di sopravvivenza in questo “virtuale” terzo millennio. Sfida, spietatezza, sopraffazione: sono queste le parole chiave del terzo millennio o è necessario riscrivere le regole del gioco?

Info, prenotazioni e vendita biglietti e abbonamenti:

Kronoteatro – Ex Biblioteca Civica, Via E. D’Aste, 6 Albenga

0182630369 / 380_3895473

info@kronoteatro.it

 

www.kronostagione.it.

Pagina Facebook – Kronostagione Terreni Creativi Albenga #kronostagione12 #euforia #kronoteatro

Biglietteria aperta martedì e sabato dalle ore 16 alle 19

Apertura botteghino Spazio Bruno ore 20.30.

Posto unico € 15 / Studenti under 26 € 12  

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...