Nasce L’Arascin, un brand per promuovere le eccellenze di Alassio e creare il Museo del Mare

La figura stilizzata, di schiena, un po’ alla Corto Maltese, che cammina sulla spiaggia di Alassio, Gallinara sullo sfondo. E’ l’immagine de L’Arascin, un brand che, nel nome di Francesco Scarpati, geologo alassino scomparso due anni fa, vuole diffondere l’immagine di Alassio e, nel contempo, dare vita ad un Museo del Mare in quel di Moglio, in quella che fu la storica sede della Società Operaia. Un progetto, o meglio, un sogno ambizioso che il geologo alassino accarezzava da anni, un posto dove sistemare valigie piene di minerali, carte, studi.

Per realizzarlo Dolores D’Avanzo, compagna degli ultimi anni di vita, ha pensato di creare il brand L’Arascin, un marchio che da sabato 14 dicembre avrà uno store in via Milite Ignoto (il vicolo che unisce l’U’Brecche con la piazzetta del Balzola) dove trovare una serie di oggetti, tutti ecocompatibili, visto l’impegno ecologico di Francesco Scarpati, che vanno dai quaderni alle borse da mare, dai giochi scientifici agli astucci in canapa, dalle penne ai colori, ma anche vini liguri (prodotti dall’azienda Gagliolo di Stellanello), olio, patè di olive, creme e unguenti di Argan e Ambra nordafricane. Non un negozio, ma un punto di riferimento dove il ricavato servirà per creare il Museo del Mare. L’apertura ufficiale sabato alle 20 con un brindisi augurale.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...