Nascono i Fidei di Clo, una pasta con tartufo di Ranzo e olive taggiasche

Lo avevamo preannunciato qualche settimana or sono, Ugo Vairo, chef ed imprenditore delle eccellenze ligustiche, assieme alla sua socia Renata Siboni, pasticcera e sommelier, creatore de “Il gallo della Checca”, storico ristorante nato nel 1986 a Ranzo come “spaccio” di prelibatezze liguri (non solo piatti che da 25 anni sono citati nella Guida Michelin, ma anche vini, olio, conserve della Valle Arroscia e dintorni): la pasta.

Alle Lingue di Gallo e alle Zampe di Gallo, due formati che Ugo ha voluto sposare con due sughi, uno di terra e uno di mare, quasi a sottolineare l’anima della sua cucina, che guarda e propone questi due elementi della nostra Liguria. I due formati sono prodotti dal panificio-pastificio Bergonzo di Aurigo, l’unico pastificio di pasta secca rimasto nel Ponente, dopo il trasferimento dell’Agnesi a Fossano. Alle due paste, innovative, ma, tutto sommato, tradizionali, nasce ora una nuova pasta: grani italiani, tartufo della tartufaia di ranzo (scorzone estivo), e terra di olive taggiasche. In pratica i “Fidei di Clo”, idea esclusiva ed innovativa dello Chef Ugo Vairo da lunedì disponibili nel negozio di Ranzo e acquistabili anche nel sito del “Gallo della Checca”. “Al momento la pasta si trova in vendita solo al Gallo della Checca, ma stiamo lavorando per distribuirla anche in alcune ‘boutique del cibo’ in Riviera e, perchè no, in Costa Azzurra”, racconta Ugo Vairo.

 

https://liguriaedintorni.it/agnesi-ha-chiuso-ma-la-tradizione-pastaia-ligure-rinasce-ad-aurigo/ 

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...