Nel Dianese nasce il Club del Vermentino tra ristoratori e produttori

Da oggi, martedì 1 giugno, è ufficialmente attivo il Club Ristoranti del Vermentino, composto da nove attività della Valle Dianese fortemente legate al territorio e alla cucina tipica ligure, vocate alla valorizzazione dei prodotti locali. Ristoranti che hanno deciso di “consorziarsi” per promuoversi in maniera unitaria e realizzare, nel corso dell’anno, una serie di iniziative congiunte.

Nei menù proposti dai rispettivi chef spiccano i Dian, corzetti artigianali con il Vermentino e l’olio evo nell’impasto (secondo una ricetta de.co. di Diano Marina), piatti a base di olive taggiasche, pesto fresco e pesce, con abbondante utilizzo di erbe aromatiche e prodotti a km0.

Nella carta dei vini, oltre a numerose etichette di Vermentino, almeno una “bollicina” ligure, sempre più di moda. E, per il dopo dessert, anche la grappa al Vermentino e uno speciale amaro alle erbe aromatiche.

Il neonato Club comprende Beach, Golosamente, Il Caminetto, Poggio dei Gorleri, Tirabuscion, Vico del Rame (Diano Marina), Paolomaria (Diano San Pietro), Girasole e Osteria di Castello (Diano Castello). Facile riconoscerli anche grazie alla targa posizionata all’esterno dei locali e al loro pay off “Assapora il territorio, taste this land”. Sito: www.ristorantidelvermentino.it.

Sono già diverse le aziende agricole della Riviera Ligure con cui sono state avviate collaborazioni e, in alcuni casi, realizzati prodotti con etichetta personalizzata: Poggio dei Gorleri, Novaro Sapori, Maria Donata Bianchi, Viticoltori Ingauni, La Ginestraia, Ramoino Vini, Ravera Bio e Pastificio Fiorini. 

Il progetto ha già interessato diversi wine blogger e riviste di enogastronomia.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...