Nuovo consiglio direttivo per Vite in Riviera

Il Consiglio Direttivo di Vite in Riviera si rinnova, dando spazio ad alcuni volti giovani scelti tra le aziende della Rete. 

Si ringraziano Domenico Ramoino, titolare di Azienda Agricola Ramoino, Marco Temesio di Cascina Nirasca, e Caterina Vio dell’Azienda Agricola Biologica Bio Vio, che lasciano spazio a Carlotta Carminati di Azienda Agricola A Maccia, Filippo Bertolotto di Azienda Agricola Vecchia Cantina e Agostino Sommariva dell’omonimo Frantoio Sommariva.

Il Presidente Enrico Massimo di Viticoltori Ingauni e il Vice Presidente Lorenzo Turco di Azienda Agricola sono invece riconfermati.

Sono numerose le attività che Vite in Riviera ha già messo in programma per il 2021, tra cui la partecipazione a Vinitaly di giugno, alcune attività specifiche dedicate alla stampa enogastronomica e l’organizzazione, in linea con la situazione sanitaria contingente, di alcuni eventi mirati alla promozione dei prodotti e del territorio del Ponente Ligure.

«Vite in Riviera è un progetto di marketing territoriale importante e dedicato interamente alla nostra zona e alle sue aziende» afferma Massimo Enrico «tanto che in questi mesi ci siamo impegnati anche nell’organizzare l’accoglienza e il turismo enogastronomico in loco, per mezzo di linee guida ed attività formative dedicate alle nostre cantine e frantoi in rete. Fare sistema diventa una leva importante che ci può aiutare ad uscire da questo momento sfidante, così come puntare sul turismo di prossimità e su una comunicazione professionale ed integrata, che faccia emergere le bellezze del Ponente e le sue eccellenze vinicole ed oleicole».

Nata nell’ottobre 2015 con la sottoscrizione del Contratto di Rete, Vite in Riviera raggruppa 27 aziende vitivinicole ed olivicole, ubicate tutte tra le provincie di Savona ed Imperia, con l’obiettivo di divulgare e promuovere i vini e gli oli liguri della Riviera di Ponente.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...