Pallapugno, tutte le foto e i risultati nell’Annuario 2018

Un’altra stagione va in archivio e, come ogni anno, giunge puntuale l’annuario della pallapugno che dà l’arrivederci alla prossima primavera negli sferisteri. I risultati, ma soprattutto le fotografie di tutti i protagonisti della pallapugno, del pallone leggero, del bracciale, della pantalera, della palla elastica. Pubblichiamo la presentazione dell’annuario scritta da Federico Matta, direttore de Lo Sferisterio, il giornale (cartaceo e on-line) che segue da vicino questo sport di tradizione.  Cliccando sul link a fine pagina si può scaricare la versione on-line dell’annuario.

 

Il 2018 è stato segnato da molte novità e ha trovato nuovi protagonisti sui campi: nella massima serie, Cuneo è tornata sul gradino più alto del podio grazie a Federico Raviola, che ha completato la sua cresci- ta agonistica compiendo quel “salto” che gli è valso il suo primo scudetto. Al suo fianco anche due volti ben noti agli appassionati cuneesi, Paolo Danna e Giuliano Bellanti, non a caso artefici delle ultime grandi imprese della società biancorossa. Ma la pallapugno cuneese festeggia anche un altro protagonista, Davide Dutto, cresciuto nelle giovanili della Subalcuneo, che quest’anno ha trovato la consacrazione portando per la prima volta l’Alta Langa alla finalissima. Emozionante anche la stagione nei campionati minori, a partire dai cadetti, dove i protagonisti sono stati quattro under 23, ma anche nelle giovanili, con tante sfide risolte all’ultimo quindici. Grande attività anche nelle specialità affini, dove il lavoro federale sta dando i frutti sia nel pallone leggero, che nel bracciale, nella palla elastica e nella palla eh. Senza dimenticare la pantalera, che quest’anno ha avuto un ulteriore sviluppo con numerose squadre iscritte. Tanti protagonisti di un’annata da ricordare anche attraverso le pagine di questa pubblicazione: buona lettura a tutti e viva la pallapugno!

Federico Matta

 

ANNUARIO2018

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...