Pan di montagna, un progetto Coldiretti per gli antichi grani liguri

Lunedì 18 dicembre, dalle 14 alle 17 si svolgerà presso la sala ristorante de La Baita, via Badinelli 31 a Santo Stefano d’Aveto, il seminario di presentazione del progetto dimostrativo di Coldiretti Genova “La filiera corta dei grani antichi della montagna genovese”, finanziato dal programma di sviluppo rurale della Liguria, Misura 1.02 (Sostegno ad attività dimostrative e azioni di informazione).

 

“Pan di Montagna” è un progetto basato sulla riscoperta e valorizzazione dei cosiddetti “grani antichi”, varietà del passato che non hanno subito alterazioni nel corso del tempo e sono rimaste originali e “rustiche”, adattandosi spontaneamente al territorio, al clima, al suolo delle zone che le ospitano. Il grano è la base della cucina italiana e mondiale, e per avere produzioni in quantità maggiori, (ma di qualità inferiore),  si sono modificate alcune cultivar specifiche, ricorrendo all’uso di fertilizzanti ed erbicidi chimici per permetterne una crescita e  maturazione più rapida. Questi trattamenti hanno  permesso di rispondere alla crescente domanda del mercato, perdendo però in qualità e genuinità del prodotto.  

I grani antichi, invece,  rimanendo autentici, hanno conservato i valori nutrizionali originali, permettendo di produrre farine a basso contenuto di glutine (riducendo la possibilità di manifestare intolleranza a questa proteina) e di conservare la biodiversità caratteristica del territorio.  

Il progetto dimostrativo permetterà di coltivare e trebbiare tre grani antichi specifici (l’autonomia A e B, il Rosso d’Alsazia e il Gentil Rosso) ed assistere alla loro molitura presso un antico mulino della Val d’Aveto. Il progetto si inserisce a pieno titolo nella Focus Area 4.a salvaguardia e ripristino della biodiversità: conservazione e valorizzazione delle risorse genetiche del frumento, conversione di terre abbandonate a queste coltivazioni, incremento della filiera corta del grano sono alcuni degli importanti obiettivi che il progetto si pone.

Conoscere e scoprire per cercare di salvare dall’estinzione i prodotti locali.

Il seminario sarà preceduto la mattina, dalle 10 alle 13, da una dimostrazione in campo della semina di questi grani presso l’azienda agricola La Ghianda in Località La Villa, sempre a Santo Stefano d’Aveto.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...