Per Daniele e Sergio una notte con la polizia francese…

Non è stata una giornata difficilissima, nonostante i 35 chilometri percorsi, per Daniele Calvi e Sergio Giusto, i camminatori di Albenga che stanno percorrendo a piedi il tratto della via Julia Augusta che da Mentone porta al sentiero del cammino di Santiago di Compostela, in terra gallica. Sono, come sempre, partiti attorno alle 7,30, ma il percorso è stato eccezionale: il parco naturale dell’Esterel, una meraviglia.

 

“Un cammino spettacolare, pietraie, verde, monumenti di enormi pietre, laghetti: uno spettacolo della natura, qualche cosa che valeva la pena vedere”, raccontano Daniele e Sergio. E aggiungono: “Paesaggi che cambiano ad ogni volger di sguardo, una vera immersione in una natura selvaggia ed intatta, dove non si incontra anima viva, e dove in qualche modo si capisce come preservare la biodiversità e il patrimonio naturalistico sia essenziale per la nostra sopravvivenza, non solo ambientalista, ma anche patrimoniale, un patrimonio del genere, se ben gestita come in Francia, diventa un vero tesoro. Ma questa è un’altra storia. Dopo aver attraversato l’Esterel siamo scesi sul mare, a Saint Raphael e dopo un’altra ora di cammino siamo arrivati a Saint Aygulf. Ormai siamo vicino alla fine del viaggio, mancano una trentina di chilometri a Saint Tropez, domani faremo una quindicina di chilometri lungo la costa, e avremo anche la possibilità di fare un tuffo in mare, mentre mercoledì arriveremo alla meta, dove verrà a recuperarci l’amico Lorenzo Rossi”. Dopo la consueta telefonata per raccontare la giornata, un’ora dopo, squilla nuovamente il cellulare. E’ Sergio: “Novità, abbiamo trovato un posto bellissimo dove dormire, una casa della polizia”…”Vi hanno arrestati?”, ho chiesto preoccupato. “Ma va nescio, c’era una festa qui a Saint Aygulf, ci hanno invitato per l’aperitivo, da cosa nasce cosa e ci hanno offerto una camera in un ostello per poliziotti. La vista è splendida, a domani…”

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...