Per Natale Albissola ritorna al Medioevo

 

Sabato 14 e domenica 15 dicembre il Natale delle Albisole porta indietro nel tempo. Dalle 18 di sabato e per tutta la domenica Albissola Marina diventerà infatti: Albissola MedievaleSu iniziativa del Consigliere delegato al turismo, Enrico Schelotto, l’Associazione Ordine del Gheppio, tra gli organizzatori di Cairo Medievale, porta questo format interessante e di successo per la prima volta  anche ad Albissola Marina per due giornate di danze, combattimenti, locande, soldati e nobili a spasso per il Centro Storico. L’invito è aperto a tutti, senza alcun biglietto di ingresso, per rimanere incantanti da un’Albissola mai vista

L’Ordine del Gheppio si occupa di rievocazioni storico-medievali ed è composto da persone amanti dello spettacolo e dell’intrattenimento, che cercano di far rivivere un clima il più medievale possibile tramite costumi, banchi didattici e spettacoli di ogni genere. Tutti i membri dell’Ordine s’impegnano con dedizione in diverse attività quali: recitazione, giocoleria infuocata, danze, combattimenti con svariate tipologie di armi, tamburi, cornamuse e rappresentazioni romanzate di squarci di vita dell’epoca, tutto questo naturalmente con l’unico scopo di rievocare il passato e divertirsi in compagnia di amici. 

L’Associazione vanta inoltre la propria partecipazione a diverse manifestazioni storiche in alcune località in giro per l’Italia e anche all’estero come: “Cairo Medievale” a Cairo Montenotte, “Palio degli Asini” e “Fiera Medievale” di Cocconato d’Asti, “Palio di San Bernardo” di Seborga, “Medioevo sotto la Torre” Visone, “Rocchetta Medievale” Rocchetta Cairo, “Noli Medievale” Noli, “Savona Antica” a Savona, “Finalborgo Medievale” Finale Ligure, “Palio di Alba” Alba, “Righi Medievale” a Genova Righi, Rassegna Nazionale delle Regioni a Cavallo di Leonessa in provincia di Rieti, ‘’Médiévales de Montfort’’ in Francia, Lago di Costanza tra Svizzera e Germania, in Portogallo e tante altre.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...