Pietra Ligure pronta La Gastronomica: ecco il menù della tre giorni golosa

Le piazze e i caruggi del suggestivo centro storico di Pietra Ligure sono pronte ad ospitare, da venerdì 1 a domenica 3 settembre, la seconda ricchissima edizione del più grande evento di cucina ligure tradizionale: La Gastronomica, voluta dall’amministrazione comunale e dall’assessorato al Turismo guidato da Daniele Rembado e organizzata dallo Studio Bodoni.In un’atmosfera magica di fine estate tre serate di pura, grande festa dedicate alla più autentica cucina ligure. Un percorso da levante a occidente, dalla Lunigiana terra di confine con la Toscana, all’entroterra dove si incontra il Piemonte, fino a Ventimiglia e le Alpi Liguri al confine con la Francia. 

Un viaggio dall’antipasto al dolce, attraverso le ricette, i prodotti e i piatti che rappresentano questa meravigliosa terra, alla scoperta dei luoghi da dove proviene la grande diversità della cucina ligure. Un’opportunità unica per i viaggiatori foodies di gustare le straordinarie ostriche di La Spezia, i funghi porcini di Calizzano, il pesce di montagna con i carciofi di Perinaldo, la cima genovese, le uova al tartufo della Valbormida, i testaroli, i ravioli al tocco, i mandilli de sea , gli streppa e caccialà di Monterosso Pian Latte, le trippe alla “sbira”, il capponmagro, lo “stocche e baxilli” e lo “sciattamaio”…oltre a deliziosi dolci frutto dell’incontro tra ricerca e tradizione.

Il tutto accompagnato dalle selezioni di vini regionali…e gustato sotto un cielo pieno di stelle, tra i caruggi e le piazze del centro storico, seduti ai tavoli allestiti con mille candeline che brillano, le orchestrine che suonano… in un’atmosfera magica d’altri tempi.
QUESTO IL MENU’ COMPLETO
ANTIPASTI

 

CARPACCIO DI FUNGHI PORCINI E PATATE IN BALLA

Santamaria funghi e conserve – Calizzano 

UOVA E TARTUFO

Ass tartufai e tartuficoltori liguri – Millesimo 

“PESCI DI MONTAGNA”: VERDURE IN PASTELLA CONDITE IN CARPIONE CON CARCIOFI DI PERINALDO TRIFOLATI

Az. agricola “il Carciofo”- Presidio Slow – Perinaldo 

CIMA E INSALATA DI NERVETTI (TASCA DI VITELLO RIPIENA DI VERDURA)

Macelleria Salumeria Giacobbe – Sassello 

“TONNO DI CONIGLIO” CONIGLIO SOTT’OLIO CON CIPOLLA ROSSA GENOVESE E SALSA AL BASILICO

Osteria da O Colla – Genova

PIATTO DELL’ALPEGGIO: AIÉ, BRUSSO, PANE E PATATINI

Home restaurant A Ca’ di Tacui – Montegrosso Pian Latte 

BRANDACUJUN (BACCALA’ MANTECATO)

Osteria del Tempo Stretto – Albenga 

VERDURE RIPIENE

Cà di Trincia – Pietra Ligure 

ACCIUGHE DI MONTEROSSO MARINATE E MUSCOLO SPEZZINO RIPIENO

Officine del cibo – Sarzana 

COZZE FRITTE

Mitilicoltori spezzini – La Spezia

OSTRICHE

Mitilicoltori spezzini – La Spezia

ACCIUGHE FRITTE CON BATTUTO DI BASILICO

Ristorante da Max – Pietra Ligure 
PRIMI PIATTI

 

TROFIE AVVANTAGGIATE CON PESTO, PATATE E FAGIOLINI

Ristorante Tasta Chi – Pietra Ligure 

RAVIOLI CON TOCCO DI CARNE

Ristorante Il Capanno – Ranzi di Pietra Ligure 

RAVIOLI DI BACCALA’, POMODORINI, OLIVE TAGGIASCHE E BASILICO

Ristorante Il Salvatore – Pietra Ligure 

GNOCCHI DI PATATE BIO CON ZUCCHINE TROMBETTA E MUSCOLI

Az. Agricola La Felicina – Calizzano 

MANDILLI DE SEA (FAZZOLETTI DI PASTA FRESCA FINISSIMA) AL TOCCO DI CONIGLIO

Ristorante Bosio – Tovo San Giacomo 

TESTAROLI (PASTA AZZIMA) COTTI A LEGNA AL PESTO GENTILE

Slow Food Lunigiana

STREPPA E CACCIA LA’ CON BRUSSO, PATATE DI MONTAGNA E CAVOLI

Agriturismo Cioi Longhi – Montegrosso Pian Latte

SECONDI PIATTI

 

ACCIUGHE RIPIENE

Osteria da Ciâssa Növa

BURIDDA DI STOCCAFISSO (IN UMIDO CON PATATE, PINOLI E FUNGHI SECCHI)

Ristorante al Castello

CAPPONMAGRO (ANTICO PIATTO A BASE DI PESCE, CROSTACEI E VERDURE)

Ristorante Il Vecchio Cuoco

FARINATA

Farinata da Virginia

LUMACHE ALLA VEREZZINA

Osteria da Oride

SALMUN DE GUERA (SFORMATO DI TONNO CON MAIONESE E CAPPERI)

La Taverna del Pirata

SBÏRA (TRIPPA CON SUGO DI CARNE)

Ristorante Porto Pigoggiu

SCIATTAMAIO (POLPETTONE GENOVESE A BASE DI VERDURE)

Locosteria

POLPO AL ROSSESE

Ristorante La Svolta 2

SEPPIE IN ZEMINO

Ristorante Beluga

STOCCHE E BAXILLI (STOCCAFISSO IN UMIDO CON FAVETTE)

Trattoria dei Caruggi

TOTANI RIPIENI

Ristorante da Mimmo
CUCINA DELL’ALLEANZA SLOW FOOD

 

VENERDÌ

Dadolata di marzolina del Lazio su crostone di pane con insalata “Gallinella” in salsa di alici, capperi, aglio e olio evo

Osteria del Velodromo Vecchio – Roma

 

SABATO

Polpettine di riso impanate e fritte con Chiacchietegli di Priverno e Caciofiore della campagna romana

Osteria del Velodromo Vecchio – Roma

 

DOMENICA

Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto ripiena al forno e Peperone corno di bue di Carmagnola con nocciola tonda gentile IGP

Osteria Antiche Sere – Torino

ENOTECA

 

A MACCIA – Azienda Agricola – Ranzo

Rossese Riv. Ligure di Ponente,

Pigato Riviera Ligure, Vermentino, Ormeasco,

Spumante bianco a base di Pigato

Spumante rosato a base di Rossese
BRUNA – Azienda Agricola – Ranzo 

Majè
CANTINA SANCIO – Spotorno

Pigato

Vermentino,

Rossese Riv. Ligure di Ponente
CANTINE PAGANINI – Finale Ligure

Pigato

Vermentino,
CIRCOLO GIOVANE RANZI – Ranzi – Pietra Ligure

1919 Nostralino
COLLE SERENO – Azienda Agricola – Acquetico

Ormeasco,

Pigato,

Pigato Spumante metodo classico,

Ormeasco Superiore,

Ormeasco Passito
MAXEI – Azienda Agricola -Dolceacqua

Rossese Superiore, Rossese Barbadirame,

Vermentino, Pigato
DOLCI

 

con la brigata di pasticceria de Il Rosmarino Trattoria in Genova:

TORTA DI PINOLI e spuma alla vaniglia

CHEESE CAKE LIGURE canestrelli, prescinseua e chinotto (Presidio Slow Food)

DELIZIA AGLI AGRUMI: tortino di olio evo e limone, crema chantilly ai fiori di arancio amaro (Presidio Slow Food), gelatina al bergamotto

LA “PANERA” E IL CIOCCOLATO: brownie al cioccolato 70% e nocciole, spuma di pànera (tradizionale semifreddo genovese al caffè), gruè di cacao

CROSTATA DI MANDORLE e mais con marmellata di albicocche di Valleggia (Presidio Slow Food). Senza glutine.

MACEDONIA DI STAGIONE marinata allo zafferano biologico ligure

 TORTA DI ZUCCA PIETRESE Panificio Eredi Tortarolo dal 1956 – Pietra Ligure

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...