Presentati all’Enoteca Regionale di Ortovero i nuovi video che promuovono il turismo emozionale

Presentati all’enoteca regionale di Ortovero i video realizzati dai corsisti di Italian Riviera Experience, guidati dai docenti Stefano Pezzini, Franco Laureri e Massimo Fornasier,  che raccontano “l’altra Liguria” quella al di là del mare fatta di cantine filari ed eccellenze agroalimentari.

L’evento coordinato da  Massimo Enrico, vice presidente dell’Enoteca Regionale della Liguria,  ha visto la partecipazione di Ilaria Calleri, consigliere con delega allo sviluppo delle eccellenze di Albenga, di Massimo Revello, vicesindaco di Vendone, di numerosi titolari di alberghi e agriturismo che durante l’anno hanno seguito i corsi. A fare da padrone di casa Gianni Boffredo, sommelier, che ha “presentato” il “Bolle rosa”, bollicina fatta con sciac-trà di Ormeasco e Pinot vinificato in bianco dai Viticoltori Ingauni. 

I video testimoniano le straordinarie potenzialità del nostro comprensorio che, in meno di mezz’ora di auto, consente ai turisti di immergersi in paesaggi, saperi, sapori ed esperienze uniche. Grazie a questi corsi, supportati dalle associazioni albergatori e dalle amministrazioni di Albenga e Alassio, il Ponente savonese avrà la possibilità di offrire per la stagione 2020 nuove proposte turistiche da affiancare al soggiorno climatico-balneare.

Un primo passo, come suggerito dalla World Tourism Organization, verso il turismo esperienziale del segmento enogastronomico, quello che secondo tutti gli studi cresce ogni anno a ritmo di due cifre. L’enogastronomia, infatti,  secondo la World Food Travel Association, sta assumendo un peso sempre maggiore nelle scelte di viaggio: “il 93% dei turisti leisure ha partecipato a esperienze rilevanti a tema nel corso delle sue più recenti vacanze e il 49% ha indicato nel cibo e nel vino la ragione principale di almeno un proprio viaggio negli ultimi due anni”.

I nuovi prodotti spaziano dalla scuola di cucina sotto l’ombrellone al wine tasting, dallo yoga emozionale al food – jazz – wine tra i filari; intorno a questi progetti  di turismo esperienziale si sono coagulati aziende agricole, vitivinicole, balneari e ricettive, dimostrando che solo l’alleanza tra agricoltura e turismo può innovare l’offerta turistica della Liguria e farci vincere la sfida della destagionalizzazione.

I video sono visibili sui canali You Tube.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...