Sanremo e la Liguria ricordano Libereso e il suo amore per le erbe ligustiche

Sanremo, la sua città adottiva, per il secondo anno dedica una rassegna di 12 giorni a Libereso Guglielmi, il “Giardiniere di Calvino” (nel senso di Mario, illustre botanico, padre di Italo, immenso scrittore), che è stato anche precursore della biodiversità, scrittore, disegnatore, illustratore di fumetti, botanico di fama internazionale, autore di libri di ricette vegetariane e tanto altro ancora.

Dal 20 aprile al 1 maggio, il Forte di Santa Tecla, che fa parte del Polo Museale Ligure del MiBACT, diventerà ancora una volta la sua casa, dove si potranno vedere i suoi disegni, assistere a incontri, conferenze, filmati e documentari, laboratori e scoprire le sue ricette a base di fiori ed erbe. All’interno della manifestazione anche un’importante novità:  dal 23 al 25 aprile si svolgerà anche la Prima edizione del Festival Regionale delle Erbe in collaborazione con la rete nazionale delle Case delle Erbe. Residenti e turisti potranno così scoprire questa stupenda struttura, visitare le mostre e seguire il ricco programma di eventi, rendendo omaggio a questo illustre e famoso concittadino. Insieme alla conferma della presenza della Cipolla Egiziana di Marco Damele, simbolo di biodiversità, ci saranno molte attività di R&B in Agricoltura, le erbe spontanee di Rudy Valfiorito, un’esclusiva passeggiata botanica con Sonia Baldoni, la Sibilla delle Erbe, testimonianze dal mondo della scuola e della cultura. In programma anche la replica della lettura “Un pomeriggio, Adamo” di Italo Calvino a cura di Christian Gullone, che ha riscosso grande successo la precedente edizione e la presentazione di tutti i libri di Libereso o che contengono suoi interventi o disegni. La mostra sarà aperta tutti i giorni a partire dalle 10.00 e fino alle 19.00 con orario continuato e aperture serali in occasione degli spettacoli teatrali. L’apertura delle mostre è garantita dalla preziosa collaborazione con l’Istituto Tecnico Professionale di Sanremo. La manifestazione promossa dalla famiglia di Libereso e da diverse associazioni è stata fortemente voluta dal Sindaco di Sanremo ed ha il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del comune di Sanremo e del MiBACT Polo Museale della Liguria.

La manifestazione dispone di una pagina facebook a questo indirizzo:

https://www.facebook.com/liberesoguglielmi/

il programma del primo Festival delle erbe si può trovare a questo indirizzo:

https://www.facebook.com/events/1690195354392872/

Libereso Guglielmi

botanico di fama internazionale, giardiniere, naturalista, scrittore, disegnatore e autore di numerosi articoli e saggi dedicati alla natura e alle piante. Nato a Bordighera nel 1925, a quindici anni, grazie ad una borsa di studio, è stato chiamato dal professor Mario Calvino a lavorare presso la stazione sperimentale di Floricoltura di Sanremo, dove ha conosciuto Italo, di cui è diventato amico e con cui ha vissuto insieme per dieci anni. Dopo aver diretto una grande azienda floricola del Sud Italia, si è trasferito in Inghilterra dove è diventato capo giardiniere del giardino botanico Myddleton House e ricercatore dell’Università di Londra. Sposato, due figli, è tornato in Italia dove su incarico del Credito Italiano ha rimesso a nuovo il Parco di Villa Gernetto a Lesmo. Ha viaggiato e visitato molti paesi europei, dell’Asia e dell’Indonesia. Ha curato diverse pubblicazioni e scritto sulle più importanti riviste italiane e straniere dedicate ai fiori e al giardinaggio. Da pensionato ha continuato a viaggiare e tenere conferenze spiegando il valore delle erbe, trasmettendo il suo amore per le piante e riscuotendo sempre un grande successo con i suoi formidabili racconti e con le sue ricette vegetariane basate sull’utilizzo di fiori e delle erbe spontanee. E’ stato protagonista di diversi racconti di Italo Calvino, di innumerevoli interviste televisive, radiofoniche e sulla carta stampata, di documentari e di alcuni cortometraggi.  Dopo una vita avventurosa e affascinante, nel settembre del 2016 ci ha lasciati.

Bibliografia:

“Libereso, Il giardiniere di Calvino”, prefazione di Nico Orengo, Muzzio Editore, 1993;

“Oltre il giardino: le ricette di Libereso” a cura di Claudio Porchia, ed.Socialmente Bologna, 2008

“Mangiare il giardino: la lezione di Libereso” a cura di Claudio Porchia, ed. Socialmente Bologna, 2009

“Cucinare il giardino: le ricette di Libereso” a cura di Claudio Porchia, ed. ZEM Vallecrosia, 2012

“Ricette per ogni stagione” di Libereso a cura di Claudio Porchia, ed. ZEM Vallecrosia, 2014

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...