Sergio e Daniele, con fatica, arrivano a Tourettes Sur Loup

Doveva essere una passeggiata, ma evidentemente così non è stato. A mettere alle corde gli abenganesi Sergio Giusto, pittore-camminatore e Daniele Calvi, agricoltore e operatore turistico, impegnati “alla conquista delle Gallie”, è soprattutto l’altimetria, i saliscendi che caratterizzano il percorso dell’antica via Julia Augusta che si innesterà sul percorso del Cammino di Santiago di Compestela. Anche la quarta tappa, quella di oggi, ha visto il duo percorrere una trentina di chilometri, difficili e faticosi.

 

“Siamo partiti da Saint Giannetten di buon mattino, abbiamo preferito percorrere gli antichi sentieri tra i boschi, piuttosto che fare meno chilometri su strada asfaltata. Il paesaggio è commovente, querce, lecci, il mare a sinistra, la storia dei romano sotto ai piedi. E abbiamo attraversato borghi di grande valore e bellezza, come Saint Paul de Vance. L’unico problema è stato, come ieri, il percorso pieno di salite e discese, sempre tra i 400 e i 500 metri di altezza. Per fortuna il caldo non è stato opprimente come quello dei giorni scorsi, ma questo non vuol dire che faccia fresco. Siamo allenati ai trekking, ma una cosa è l’allenamento, un’altra la realtà. Alla fine siamo arrivati a Tourettes Sur Loup, paese bellissimo, dove però abbiamo avuto qualche problema per trovare un letto. Ci sentiamo domani”, raccontano Daniele e Sergio.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...