Stage 4- Bisha/Wadi Ad-Riyadh – 6 gennaio 2021 Gerry perde qualche posizione per aiutare un pilota caduto

Oltre alla tappa più lunga è stata anche quella più veloce di questa edizione dicono i piloti. Arrivano al bivacco stanchi con alle spalle più di gli 850 km ma già stamattina Gerry, vedendo l’orario di partenza della prima moto che era più tardi del solito, ha dichiarato che sarebbe stato uno stage ad alta velocità.

Pochissime dune oggi, tante rocce e terreno duro.  Gerry durante la speciale è stato tratto in inganno da una roccia poco visibile, facendo un bel volo ma senza conseguenze.

Subito dopo di lui il pilota indiano Santosh del team Hero MotoSports è caduto nonostante Gerry avesse fatto il possibile per avvertirlo della roccia “invisibile”.
Gerry si è fermato per assistere il suo amico fino all’arrivo dell’elicottero dell’assistenza medica e poi ha ripreso la sua moto per terminare la speciale e rientrare al bivacco a Riyadh.

Come da regolamento il tempo che Gerry ha “perso” per assistere il pilota verrà tenuto presente per la classifica finale ma ancora adesso non abbiamo avuto aggiornamenti.

Il nostro pilota ha bisogno di riposare dopo questa stressante giornata, dura anche dl punto vista umano, ma deve controllare accuratamente la sua compagna d’avventura ed accertarsi che non ci siano particolari rotture dopo la caduta di stamattina.

Domani la 5^ tappa e poi la tanto meritata giornata di riposo…

Gerry siamo con te, coraggio!
Francesca Gasperi

c.s.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...