Ultimi due giorni di Suq con sapori, colori e musiche dal mondo al Porto Antico di Genova

Si avvia alla conclusione registrando un grande successo, salutata dal calore di un pubblico numeroso e presente a tutti gli appuntamenti, la 21ª edizione del SUQ Festival ospitata come sempre sotto al tendone di Piazza delle Feste, al Porto Antico. Gli ultimi due giorni, domenica 23 e lunedì 24 giugno, presentano spettacoli, incontri, musica e laboratori, insieme al mercato multicolore e alle cucine profumate che tanto sono state frequentate e apprezzate in questi giorni. Chiusi gli undici giorni genovesi, Suq Festival si sposta a Ventimiglia, dove giovedì 27 giugno sulla spiaggia dei Balzi Rossi, il Museo Preistorico ospita l’evento Lampedusa Beach di e con Nadia Kibout, tratto da un testo di Lina Prosa. Ma intanto, ecco nel dettaglio le ultime due giornate a Genova dell’edizione 2019.

Domenica 23 giugno il SUQ apre alle 12 e alle 13 apparecchia per Festeggiamo l’accoglienza, pranzo solidale per la Comunità di Sant’Egidio, una tavolata conviviale a cui sono invitati gli ospiti della mensa di Sant’Egidio, realizzata in collaborazione con i ristoratori del Suq. 

Alle ore 15, spazio all’incontro fra culture diverse con la fiaba bilingue italiano e spagnolo La signora stordita –La señora desastre, per scoprire insieme l’Italia, l’Ecuador e il Perù con l’autore Marino Muratore, Marina Muratore e Patricia Gabriel. L’appuntamento è realizzato in collaborazione con i Consolati di Perù ed Ecuador a Genova. 

Subito dopo è in programma l’incontro con i Trillargento, un’orchestra formata da ventinove bambini e ragazzi formati alla musica con El Sistema, progetto pedagogico ideato in Venezuela da José Antonio Abreu. L’ensemble fa parte di un modello socio-culturale che promuove il valore dell’esperienza musicale come strumento di crescita e integrazione, affinché diventi un diritto di tutti. Si comincia con un laboratorio per bambini a cura dei giovanissimi musicisti del gruppo, per provare a sentirsi parte di una vera orchestra (ore 16), per proseguire con l’esibizione in concerto dell’Ensemble Trillargento (ore 18). 

Alle ore 19, un appuntamento tradizionale per il Suq, con i gusti e i profumi dello Showcooking di Chef Kumalè, che spiega come preparare la strawberry & tofu fusion salad di Melbourne e i misoshiro-sakè shrimps di Tokyo.

Alle 20 il “Teatro del Dialogo” prosegue sull’Isola delle Chiatte con lo spettacolo L’immaginifica storia di Espérer di Antonio Damasco, che lo interpreta insieme a Laura Conti, accompagnato da Luca Zummo alla batteria. Ispirato a una storia vera, è prodotto dal Teatro delle Forme con la regia dello stesso Damasco. Seguendo la sua ispirazione, ha raccontato alle figlie che gli domandavano perché tante persone fossero accampate alla frontiera di Ventimiglia, che stava nascendo una nuova isola in Europa. Il suo nome è Espèrer e per raggiungerla ci vuole il “Certificato di Esistenza” che domenica sarà davvero distribuito al pubblico, unendo attori e spettatori con un gesto simbolico. 

La giornata si chiude alle 21,30 con una presenza molto attesa, quella di Aboubakar Soumahoro, una delle voci più alte e interessanti di questi tempi. Difende il diritto dei lavoratori e il diritto alla felicità, denunciando le nuove schiavitù nate sotto i nostri occhi. Soumahoro al Suq racconta la sua esperienza e presenta il suo libro Umanità in rivolta (Feltrinelli), insieme al giornalista Matteo Macor. 

Lunedì 24 giugno, festa patronale genovese, il Suq apre alle 12. Alle 15 spazio alle danze con Dal continente alle isole, balli tradizionali della Grecia a cura di Giorgio Bruzzone ed Eleana Marullo dell’Associazione Amikaria. 

Alle ore 16, Il piatto come acchiappasogni, laboratorio creativo “Alla scoperta del Mater-BI”, bioplastica degradabile e compostabile a cura di Elisa Pezzolla.

Alle 17 tea time con Pietro Tarallo e Tania Haberland sul tema Viaggiando tra le isole, in Sri Lanka e nel mondo: Tarallo presenta il suo libro Un viaggio lungo 20 anni (Neos Edizioni), in cui ha selezionato i migliori reportage di cui è stato autore nel corso della sua vita. 

Alle ore 18 si prosegue con Obiettivo plastic free, incontro con Matteo Campora del Comune di Genova, Alberto Cappato di Porto Antico SpA, Paola Verri di Iren e Tiziana Merlino di Amiu, per illustrare il progetto Porto Antico Plastic Free e altre iniziative per il futuro green della città. Conduce Italo Vallebella di Radio Babboleo. 

Alle ore 19, tutti sull’Isola delle Chiatte per The blue hour – L’ora blu, un cross media project, un percorso creativo aperto a tutti grazie alle nuove tecnologie a cura di Perypezye Urbane con Kevin Regonesi e Viola Vicini e le coreografie di Giorgio Azzone. Il progetto è firmato da Giuseppe Esposito e Giovanni Sabelli Fioretti. 

Alle ore 21 ci si sposta all’Auditorium dell’Acquario, sulla banchina di fronte al Suq, per assistere allo spettacolo Cantico di terra e di… acqua interpretato e diretto da Laura Curino, accompagnata da Maurizio Camardi al sassofono e Ilaria Fantin al duduk, ai flauti etnici e all’elettronica. I testi sono scritti da Massimo Carlotto, partendo da un’idea di Maurizio Camardi e Paolo Mazzo, per una produzione Gershwin Spettacoli. Un viaggio di suoni, parole e immagini dove l’orizzonte si confonde continuamente, dove spiritualità e dimensione terrena sono figlie della stessa genesi, dove natura e uomo risultano strettamente compenetrati. 

Alle ore 22,30 si torna sotto il tendone di Piazza delle Feste per la Premiazione dei Soci Suq: estrazione di premi e omaggi per i Soci Suq 2019, dai voli aerei per Africa e Tunisia, ai viaggio per Sicilia, Sardegna, Spagna, Marocco, fino alle lampade, ai mezzeri, ai libri, agli oggetti di artigianato etnico offerti da Tunisair, Grandi Navi Veloci, Genoalamp, Giglio Bagnara, Neos. 

Infine, alle 23,30, il festival chiude con Festa Suq, musiche e danze per darsi appuntamento il 27 a Ventimiglia e all’anno prossimo!

Tutti gli appuntamenti del SUQ sono a ingresso libero, eccetto gli spettacoli teatrali. I biglietti per assistere agli spettacoli sono 10 euro intero e 7 euro ridotto, disponibili alla biglietteria del Festival tutti i giorni dalle 18 alle 21,30, oppure on line su Vivaticket e Happyticket. Dal 2014, inoltre, è attiva l’iniziativa solidale dei biglietti sospesi a favore dei cittadini in difficoltà. Realizzata in collaborazione con le associazioni di volontariato, insieme ad artigiani e ristoratori.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...