Un libro racconta la Cipolla egiziana, vanto del Ponente ligure

Ad aprile in libreria esce il nuovo libro di Marco Damele e Irina Reydes dedicato alla Cipolla egiziana “Una Storia di Agrobiodiversità del Ponente Ligure”, che racconta la storia di questo antico bulbo e presenta  suggerimenti per la coltivazione e per una cucina biodiversa.

La Cipolla egiziana, riscoperta e coltivata negli ultimi anni da decine di agricoltori del Ponente ligure, inserita nell’Arca del Gusto di Slow Food, è un raro e antico ortaggio con caratteristiche eccezionali. Semplice da coltivare, anche in vaso sul balcone, cresce in condizioni climatiche estreme, ma soprattutto è particolarmente adatta ad essere utilizzata in cucina per il suo gusto gradevole e per la facilità di abbinamento ad ogni preparazione, dall’antipasto al dolce. Il libro è il risultato di molti anni di ricerca e studio della biodiversità da parte di Marco Damele in collaborazione con la ricercatrice Irina Reydes, del First Moscow State Medical University, promotori e responsabili del progetto di recupero anche in chiave gastronomica del bulbo. Il volume contiene suggerimenti per un’idea di cucina ‘biodiversa’, adatta a tutti, semplificata e moderna, e resa originale da consigli e indicazioni sul suo utilizzo quotidiano. Un prontuario per la coltivazione adatto per hobbisti e agricoltori con aneddoti, suggerimenti e riferimenti storici.

Marco Damele, scrittore e perito agrario con specializzazione nelle tecniche di gestione e coltivazione biologica e biodinamica, è un imprenditore agricolo di Camporosso in provincia di Imperia. Da oltre vent’anni opera con successo nel mondo della floricoltura del ponente ligure: dopo aver ottenuto importanti premi nazionali e internazionali per la coltivazione di verde ornamentale, e dopo un’interessante esperienza alla guida dell’Associazione dei Giovani Agricoltori, ha orientato l’attività della sua azienda verso la ricerca e la coltivazione delle antiche varietà orticole. In particolare ha studiato e reintrodotto la cipolla egiziana ligure, diventata in poco tempo preziosa ed autentica testimone dell’agricoltura del Ponente ligure. Oggi è un contadino moderno, un custode della biodiversità e titolare di un’azienda all’avanguardia, che alterna al lavoro nei campi una ricca attività di incontri e conferenze in giro per l’Italia. Con Zem Edizioni di Vallecrosia ha pubblicato due libri: “La Cipolla Egiziana” nel 2017 e “Cucinare la Cipolla Egiziana” nel 2018.

Irina Reydes, medical doctor, First Moscow State Medical University, ricercatore universitario e giornalista, autrice di numerosi articoli scientifici e divulgativi

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...