Un piede in due scarpe, il noir di Morchio ai Giardini Luzzati

“Un piede in due scarpe”, 1992/2017 Genova sa amare, Genova sa uccidere, l’ultimo noir di Bruno Morchio, viene presentato, a 25 anni dal Cinquecentenario della Scoperta delle Americhe e delle Colombiadi, ai Giardini Luzzati, nello Spazio Comune, alle 18, per  riaprire il dibattito con l’occhio rivolto alle Americhe e al Mondo. L’incontro verrà condotto da Simone Leoncini.

Dopo Bacci Pagano, Morchio torna con un nuovo personaggio seriale per raccontare una faccia diversa della sua Genova. Genova, inverno 1992. Mentre le celebrazioni per i cinquecento anni dalla scoperta dell’America ridisegnano il fronte del porto, l’omicidio del giovane Luca sconvolge le vite di un gruppo di inseparabili amici, svelando passioni e segreti custoditi da anni. Quando i sospetti ricadono su Teresa, la sognatrice dai capelli rossi che ama i romanzi, il caso sembra ormai chiuso, ma a rovesciare la verità di comodo ci penserà una coppia d’eccezione: Diego Ingravallo, un commissario di polizia dall’ingombrante cognome letterario, e lo psicologo Paolo Luzi, a cui un tragico passato ha conferito il dono – o la maledizione – di riconoscere le bugie di chi mente sapendo di mentire. Dagli studi di potenti avvocati ai salotti della Genova bene fino ai malinconici quartieri della città operaia, i due investigatori sprofonderanno in un abisso di paure e ossessioni. Tra i caruggi assediati dalla buriana, il grande freddo è quello che invade i cuori fino a incrinare ogni certezza, salvo una: mai sottovalutare le conseguenze dell’amore.

L’AUTORE

Bruno Morchio è nato nel 1954 a Genova, dove vive e lavora come psicologo e psicoterapeuta. È autore, tra l’altro, di una fortunata serie gialla che ha per protagonista l’investigatore privato Bacci Pagano. Per Rizzoli ha pubblicato Il testamento del Greco (2015).

 

About the Author

Stefano Pezzini

Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio…