Un progetto europeo per sviluppare il turismo del Beigua e dell’entroterra ligure

Doppio appuntamento in Liguria con il progetto di cooperazione europea ViviMed, che coinvolge 10 territori pilota in 5 Regioni transfrontaliere (Sardegna, Toscana, Liguria, Corsica e Provenza- Costa Azzurra) per rafforzare l’offerta turistica delle aree interne mediterranee grazie a servizi turistici innovativi, competitivi ed eco-compatibili. ViviMed -SerVIzi innovativi per lo sVIluppo della filiera del turismo nell’entroterra dell’area MEDiterranea  è un progetto finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale nell’ambito del programma Interreg Italia-Francia Marittimo, per un budget complessivo di 1.380.932 euro che verranno investiti in azioni di supporto alle imprese e analisi territoriali per incrementare l’offerta turistica, aumentare le competenze ed essere più attrattivi e competitivi nel mercato del turismo esperienziale ed attivo, favorendo la destagionalizzazione.

 

Il 12 giugno alle 10.30 presso la Sala Trasparenza della Regione Liguria il progetto sarà presentato alla stampa, agli Enti e alle associazioni di categoria. Padroni di casa: Stefano Mai,assessore ai Parchi Regione Liguria, Daniele Buschiazzo, presidente Ente Parco del Beigua, Angelo Gentili, segreteria nazionale Legambiente e coordinatore progetto ViviMed per l’area ligure. Alle 14  la Casa del Parco del Beigua a Sassello ospiterà il primo di una serie di incontri e servizi rivolti alle imprese.

Nel Beigua, territorio pilota ViviMed, il progetto si rivolge agli operatori turistici e della filiera complementare (promozione, produzioni tipiche agricole e artigianali, sport e cultura …), alle associazioni e agli enti territoriali dell’area del Beigua, che saranno i destinatari dei laboratori gratuiti di co-progettazione  turistica (Living Lab), coordinati da mediatori professionisti con la partecipazione di esperti nel settore turistico, del marketing e promozione, della gestione e dei servizi eco-compatibili, della facilitazione delle reti d’impresa. L’obiettivo è quello di stimolare i contatti e le collaborazioni pubblico-private per arrivare alla creazione di  servizi e prodotti innovativi che possano essere inseriti all’interno di pacchetti turistici competitivi e sostenibili che partano e valorizzino l’unicità e le autenticità di esperienze uniche per il visitatore. I living lab saranno inoltre integrati da un percorso di coaching alle imprese, nonché sessioni di B2B per un supporto alle competenze e per la facilitazione allo sviluppo di reti di imprese locali che possano generare nuovi e innovativi servizi. I Living Lab ViviMed sono già stati attivati con successo in Toscana e nel Verdon portando alla strutturazione di nuovi prodotti eco-turistici. Tutti i nuovi servizi e pacchetti turistici integrati sviluppati nelle 10 aree pilota confluiranno in un catalogo transfrontaliero dell’ecoturismo delle aree interne mediterranee.

 

Questo il programma del pomeriggio:

ore 14:00 Caffè di benvenuto con i prodotti “Gustosi per natura” del Parco del Beigua e registrazione partecipanti

ore 14:30 Introduzione ai lavori

Daniele Buschiazzo, Presidente del Parco del Beigua

Santo Grammatico, Presidente Legambiente Liguria

ore 14:45 L’importanza di progetti a supporto del turismo sostenibile nel comprensorio del Parco del Beigua

Claudia Fiori, Segreteria Tecnica Ente Parco del Beigua

ore 15:00 Il progetto ViviMed: nuove opportunità per rafforzare l’offerta turistica nell’entroterra mediterraneo

Angelo Gentili, Segreteria Nazionale Legambiente coordinatore progetto ViviMed per la Liguria

Valentina Mazzarelli, project manager progetto ViviMed

ore 15:20 Living Lab ViviMed di co-progettazione turistica. Dall’innovazione e sostenibilità dei servizi turistici alla costruzione di nuove offerte.

A cura di Simurg Ricerche

– Le esperienze nelle aree pilota ViviMed;

– Costruire un’offerta turistica identitaria e diversificata;

– La complementarietà tra aziende e operatori;

– Il Turismo esperienziale

ore 17:30 Discussione conclusiva – i prossimi appuntamenti di ViviMed.

Al termine saranno consegnati materiali e Infobook del marchio “Ospitali per Natura”. Partner territoriale importante in questo percorso sarà infatti l’Ente Parco del Beigua che, oltre a coadiuvare il progetto, avrà specifiche competenze nella definizione di un’approfondita analisi socio-economica territoriale e dei bisogni di nuove competenze, nonché a contribuire allo sviluppo si un modello di governance transfrontaliero di eco-turismo, partendo proprio da quanto ad oggi sviluppato per sostenere servizi sempre più eco-compatibili e valorizzare il patrimonio territoriale.

Per ulteriori informazioni sul progetto: www.interreg-maritime.eu/web/vivimed

Gli incontri sono aperti e gratuiti ma per motivi organizzativi è gradita comunicazione scrivendo a v.mazzarelli@festambiente.it o contattando l’Ente Parco del Beigua.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...