Una festa per l’uscita del libro che racconta Colletta di Castelbianco

Colletta di Castelbianco è un borgo medioevale unico in Liguria, che, dopo essere stato completamente abbandonato, vent’anni fa è “riemerso” dalle rovine, grazie all’opera del famoso architetto Giancarlo De Carlo incaricato dell’intervento di restauro, con risultati di grande successo. Altrettanto importante all’epoca, era la fornitura di connessioni a banda larga in tutto il paese, che fece diventare Colletta il primo Borgo Telematico medievale al mondo.

Colletta si è quindi sviluppata, attirando residenti sia italiani che stranieri che formano un’interessante comunità internazionale, oltre a diventare un’importante attrazione turistica durante tutto l’arco dell’anno. L’occasione di realizzare un libro accattivante, a partire dalla storia più antica dei primi insediamenti del borgo, fino al complesso intervento di recupero urbano, dando anche informazioni sulla zona in generale e sui prodotti enogastronomici locali, è nata proprio dalla sua unicità e particolare bellezza.

Il libro su Colletta verrà lanciato in occasione di una festa che si terrà nel borgo il 20 aprile, il sabato prima di Pasqua, dedicata non solo al lancio del libro, ma a festeggiare Colletta stessa, oltre a volere essere un tributo all’architetto Giancarlo De Carlo, a cent’anni dalla sua nascita

La festa inizierà alle 12.00, con un gruppo musicale, “I conigli alla Ligure”, che accoglierà gli ospiti con musica popolare ligure e tradizionale italiana.

Il volume, composto da 12 capitoli scritti da 14 autori, 10 italiani e 4 stranieri, tratta tutta una serie di argomenti, dalla storia dei primi insediamenti di Colletta alle impegnative opere di ricostruzione del borgo, alla enogastronomia e dialetto locali. Sono stati invitati tutti gli autori del volume insieme ai fotografi che hanno contribuito al libro ai quali ne sarà consegnata una copia. Se lo vorranno, potranno anche fare un breve discorso. Sarà un po’ come una cerimonia di laurea, ma per divertimento e, si spera, con tanta allegria!

Verranno offerti prodotti enogastronomici locali.

 

Il libro, pubblicato in italiano e inglese, è diviso in due parti, la prima architettonica, con tre interventi, la seconda storica e sociale con nove arricchimenti.

Prefazione

Preface

Ole Wiig

  1. Ripristino e ricostruzione di Colletta di Castelbianco – un’esperienza ventennale
    Restoring and redeveloping Colletta – a twenty year experience
    Alessandro Pampirio
  2. Colletta: uno straordinario e innovativo caso di recupero urbano
    Colletta: an outstanding innovative case of urban renovation
    Mauro Moriconi
  3. La visione del restauro e “nuova vita”
    The vision of the restoration and ‘new life’
    Antonio Troisi and Monica Mazzolani

INDICE / CONTENTS

  1. Codice Genetico – il DNA di Colletta
    Codice Genetico – the DNA of Colletta
    Ole Wiig
  2. Evoluzione storico edilizia del borgo
    Settlement history and architectural evolution
    Lorenza Comino and Simona Lanza
  3. La vita del borgo, ieri e oggi
    Village life, then and now
    Trevor Chapman
  4. Le sculture di Colletta
    The sculptures in Colletta
    Bruno Noble
  5. L’uomo e la natura, architetti della Val Pennavaire
    Man and nature, architects of the Val Pennavaire
    Stefano Pezzini
  6. Vini in valle
    Wine in the valley
    Gerry Delfino
  7. Il dialetto della valle
    The dialect of the valley
    Stefano Pezzini
  8. Castelbianco e l’outdoor – Castelbianco and outdoor recreation Alberto and Stefano Balbo
  9. Uno sguardo al futuro …
    A peek into the future …
    James Horan

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...