Ungheria-Albenga, la bufera obbliga Sergio e Feroce nel camper…

Piove, tira vento, fa un freddo becco in Slovenia e Sergio Giusto, l’artista camminatore che dall’Ungheria sta camminando verso Albenga sul sentiero di San Martino, il santo che spiritualmente unificò l’Europa, si è fermato a Sanabor, piccolo paesino sloveno raggiunto sabato sera. Ecco, come sempre, il suo racconto.

 

“Una giornata decisamente pessima, freddo, pioggia, vento, insomma, una giornataccia che mi ha convinto a non partire, Quindi una giornata in camper, tra fare un po’ di spesa e fare da mangiare. Il menù di stasera è stato fagioli e carne, con moltissima paprika. La giornata, anche in campor, è stata difficile, il vento muoveva il camper come fossimo una barca in mezzo ad una tempesta”, racconta Sergio. La domanda è: Feroce per tutta la giornata con Sergio, come si sarà trovato?   Alla prossima…

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...