Ungheria-Albenga, la giornata di domenica (in ritardo) nel racconto di Sergio Giusto

In ritardissimo a raccontare la tappa domenicale di Sergio Giusto, colpa del cronista, affaccendato in altre faccende,che chiede umilmente perdono. Veniamo a bomba. Sergio è partito da  Polzela di buon mattino, ma verso le 11 è stato bloccato dalla pioggia a Letus. Ma lui non si è arreso e… Ecco, come sempre, il suo racconto.

 

“Dopo aver percorso una decina di chilometri mi sono dovuto fermare per la pioggia, ma a differenza dell’altro ieri ho deciso di aspettare terminasse il diluvio. Ho avuto fortuna e, nel primo pomeriggio, sono riuscito a ripartire, arrivando a metà pomeriggio a Nazarje. In totale una ventina di chilometri, non tantissimi, abbastanza per guardare avanti. Sono al quattordicesimo giorno di cammino e sono già 350 i chilometri messi alle spalle, mi aspetta ancora più di un mese di cammino, ma posso dire di essere soddisfatto”, racconta Sergio. A tra qualche ora, per il racconto di oggi, con ancora scuse da parte di chi scrive.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...