Ungheria-Albenga, Sergio comincia il percorso di San Martino in Italia con un piatto di frico…

Italia, Sergio Giusto, l’artista camminatore che dall’Ungheria sta camminando verso Albenga sul sentiero di San Martino, il santo che spiritualmente unificò l’Europa, è da oggi ufficialmente in Italia (sembra, ma non ci sono testimoni, che abbia baciato il suolo patrio…) e già si sta abbuffando assieme a “Feroce” Radini, tra cibi calorici (frico, specialità friulana di grande bontà) e vini eccezionali… Una ventina i chilometri percorsi tra San Martino di Slovenia e Doberdò del Lago, con un pomeriggio a Gorizia.. Ecco, come sempre, il suo racconto.

 

Sono partito presto da San Martino di Slovenia, mi sono alzato con un paesaggio bellissimo e, per un’ora, ho camminato tra vigneti e boscaglia, prima di arrivare finalmente in Italia. Il paesaggio è rimasto più o meno identico, con vigneti sterminati, ma ho camminato su asfalto, non su sterrati. Scorci bellissimi, in ogni caso, e siamo arrivati a Doberdò sul Lago, un paesino carino, ma molto piccolo. Così nel pomeriggio, con Feroce, siamo andati a visitare Gorizia, il suo castello, splendido, così come la chiesa. Poi, visto che domani è prevista pioggia, ci siamo spinti sino ad Aquileia dove domani pomeriggio saremo impegnati in una giornata di pubbliche relazioni e dove incontrerò un gruppo di camminatori sui percorsi dei pellegrini. Nel frattempo, questa sera, con Feroce, ci siamo concessi una cena con i grandi sapori del Friuli Venezia Giulia e i suoi vini”, racconta Sergio.

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...