Ungheria-Albenga, Sergio Giusto si avvicina camminando sotto i “vagonetti”

Si avvicina a grandi passi ad Albenga Sergio Giusto, l’artista camminatore che dall’Ungheria sta camminando verso Albenga sul sentiero di San Martino, il santo che spiritualmente unificò l’Europa. Da Pontinvrea, da dove è partito questa mattina, è arrivato a Mallare, arrivando in Val Bormida. Ancora due giorni e sarà ad Albenga. Ecco, come sempre, il racconto di Sergio.

“Siamo agli sgoccioli, sono stanco, non tanto fisicamente quanto mentalmente, pesano 45 giorni in cammino, entusiasmante sicuramente, ma duro. Anche oggi 28 chilometri, partito prestissimo, alle 5,30 per paura del caldo, che c’è stato, ma strano, pieno di umidità, di maccaja. Il percorso è stato bello, vario, in parte già fatto qualche anno fa con Daniele Calvi durante il cammino sull’Alta Via dei Monti Liguri, attraverso boschi, strade sterrate, asfaltate, ma secondarie, non trafficate, ho passato splendidi borghi come Altare, città del vetro, che avrebbe bisogno di essere rilanciata tanto è bella. E poi i ‘vagonetti’, i carrelli che portavano il carbone tra la cokeria di Cairo al porto di Savona, racconta Sergio. La cena? Pasta col tonno, Cinzia (Osteria del Tempo Stretto) prepara una cena per Sergio…

 

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...