Zuccarello e Castelvecchio di Rocca Barbena, le Vie del Sale diventano sentieri del Fai

Di Giò Barbera

Zuccarello e Castelvecchio di Rocca Barbera svelano i loro segreti. Lo faranno sabato 17 e domenica 18 ottobre grazie al gruppo Fai Giovani della delegazione di Albenga-Alassio.  L’obiettivo, pienamente condiviso dall’amministrazione comunale di Zuccarello, è quello di valorizzare i monumenti e i loghi di interesse che si trovano all’interno e all’esterno del borgo medievale.  L’idea è quella di strutturare due percorsi differenti che valorizzino appieno il Comune di Zuccarello.

I visitatori nelle due Giornate avranno la possibilità di scegliere a quale attività partecipare e quale percorso affrontare.  Il primo percorso (non iscritti al Fai) prevede un viaggio alla scoperta delle vie, dei portici, delle porte, dei palazzi e degli elementi architettonici e artistici che rendono unico il centro storico. Grazie ai ragazzi del Gruppo FAI Giovani i visitatori potranno camminare per le vie di Zuccarello alla scoperta delle bellezze che lo caratterizzano. Una visita diversa, all’aria aperta, alla ricerca del dettaglio e del particolare. Il percorso sarà percorribile sia sabato che domenica. I gruppi partiranno dal banchetto centrale del FAI (Porta Sottana). Il percorso toccherà i seguenti beni: il Palazzo Marchionale, il Ponte sul torrente Neva, Porta Soprana, la chiesa di San Bartolomeo, Via Giuseppe Garibaldi e il Teatro Comunale Attilio Quinzio Delfino. I visitatori si muoveranno in gruppo accompagnati da un volontario. La chiesa di San Bartolomeo e il Teatro Comunale Attilio Quinzio Delfino sono indicati come beni, ovvero luoghi in cui i visitatori saranno accolti da un altro volontario che esporrà loro una visita più dettagliata per apprezzare al meglio due degli edifici più significativi di Zuccarello. La durata prevista della visita è di circa 1,30 ore.

Il secondo percorso (iscritti al Fai) ha l’obiettivo di valorizzare i beni fuori dalle mura cittadine, solitamente meno accessibili. Ogni gruppo, che partirà dal banchetto centrale, sarà accompagnato da un volontario per visitare il Castello e la Cappella di Sant’Antonio Abate. Anche questo percorso sarà disponibile sia il sabato sia la domenica. La durata prevista della visita è di circa 1,30 ore.

Condividi su

About the Author

Stefano Pezzini
Vecchio cronista alla Stampa, mai saggio...